Seguici su

Cerca nel sito

Ospedale Bambino Gesù, verso una sede distaccata a Gaeta

Firmato un accordo quadro con l’amministrazione comunale

Più informazioni su

Il Faro on line – Una sede distaccata dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù a Gaeta: è questo il primo passo di una nuova importante sinergia tra il Comune ed il famoso Istituto Pediatrico romano, finalizzata all’attivazione di servizi assistenziali specialistici rivolti all’età pediatrica, nonché di ricerca scientifica, didattica e formazione. Una collaborazione sancita dalla firma dell’accordo quadro, avvenuta il 27 dicembre scorso, presso l’Aula Consiliare del Palazzo Comunale.
Il Sindaco di Gaeta Cosmo Mitrano ed il Presidente del Consiglio di Amministrazione e legale rappresentante pro-tempore dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù, Prof. Giuseppe Profiti, hanno dunque istituzionalizzato la loro volontà di realizzare insieme specifici programmi negli ambiti dell’assistenza, della clinica, della didattica, della formazione e della consulenza e nell’ambito tecnico-scientifico.
Per il Sindaco Mitrano «l’Accordo siglato è la naturale evoluzione di un’azione amministrativa che si sviluppa nell’ottica del continuo miglioramento della qualità dei servizi erogati a favore dei propri cittadini. Ha anche un significativo impatto sociale dal momento che bambini e genitori non dovranno più recarsi a Roma per l’assistenza sanitaria ma potranno risparmiare tempo e soldi utilizzando le strutture «romane» a Gaeta». E spiega: «L’importante iniziativa ci vede al fianco dell’Ospedale Bambino di Gesù, impegnati in un’azione di sviluppo delle attività complessivamente rivolte all’età pediatrica. E aggiunge: «È nostro intento contribuire al perseguimento di obiettivi quali: il miglioramento dell’efficacia, efficienza ed economicità del Sistema Sanitario; lo sviluppo della capacità di soddisfare pienamente la domanda del nostro bacino di utenza in relazione ai servizi sanitari pediatrici e all’eccellenza in questo campo. Garantire una sede appropriata all’Ospedale Bambino Gesù per lo svolgimento delle attività di consulenza specialistica sanitaria in pediatria e chirurgia è solo l’inizio di una stretta collaborazione, volta ad avvicinare sempre più l’Amministrazione alle reali esigenze del cittadino».
«La sigla dell’Accordo – precisa il Direttore sanitario Massimiliano Raponi – rientra nel quadro dell’opera di promozione e svolgimento di attività utili a diffondere, trasferire e valorizzare le conoscenze e le esperienze proprie, attraverso collaborazioni con enti istituzionali, di ricerca, università, strutture sanitarie nazionali ed internazionali. E il chirurgo prof. Alessandro Inserra aggiunge che «a Gaeta saremo a fianco dei pediatri del territorio, scambieremo con loro opinioni e strategie e saremo per loro un importante sostegno». Molto soddisfatto l’arcivescovo mons. Fabio Bernardo D’Onorio per il quale si tratta di una «lodevole iniziativa messa in campo dalla Santa Sede, dall’Ospedale pediatrico e dall’Amministrazione comunale in favore di bambini e genitori».
Secondo l’accordo, siglato anche alla presenza del Responsabile dei Servizi specialistici dell’Ospedale romano Stefano Calamelli, il Comune di Gaeta metterà a disposizione dell’Istituto Pediatrico le strutture e le attrezzature logistiche, nonché quant’altro possa necessitare per lo svolgimento delle attività individuate nelle Convenzioni attuative che saranno stipulate per ogni programma di collaborazione condiviso fra le Parti. Inoltre dovrà garantire la piena conformità degli ambulatori, dei locali, delle strutture, degli arredi e delle attrezzature che saranno posti a disposizione dell’Istituto agli obblighi di legge ed agli standard di sicurezza, con particolare riguardo alla sussistenza dei requisiti sanitari, tecnici, impiantistici, tecnologico-strumentali ed igienico-ambientali.

Più informazioni su