Seguici su

Cerca nel sito

Guardia Costiera, in un anno oltre 5mila controlli e 400 persone soccorse

Sono stati 597 i processi verbali elevati, per un totale di 887.580 euro, e 22 le notizie di reato redatte

Più informazioni su

Il Faro on line – “L’anno che sta per concludersi rimane caratterizzato dall’assenza di episodi di particolare gravità. Questo, ritengo, sia il lato più saliente da evidenziare in un bilancio globale, quale quello che ci accingiamo a presentarvi oggi, non senza, ancora una volta, esprimere, a nome di tutto il personale, il più sincero ringraziamento per l’attenzione che riservate alla nostra attività ed il risalto che date ai fatti più significativi”.
Esordisce così il Direttore Marittimo del Lazio, Capitano di Vascello Giuseppe Tarzia, nel presentare i dati dell’attività svolta nel 2013, connotata, come detto, dall’assenza di fatti eclatanti, circostanza questa che, comunque, premia anche la concreta, mirata e protratta azione di controllo e prevenzione svolta, giorno per giorno, da tutti i presidi marittimi della costa laziale e valorizza l’attività divulgativa e conoscitiva che viene sviluppata, durante l’anno, nelle scuole.
Soccorso marittimo, sicurezza della navigazione e portuale, salvaguardia dell’ambiente marino, corretta utilizzazione del demanio marittimo e portuale, tutela sul corretto sfruttamento delle risorse ittiche, queste le principali aree di attività che hanno impegnato il personale della Guardia Costiera lungo i 320 Km del litorale della regione, isole pontine comprese.

A seguire i risultati più salienti per aree tematiche:

–        ricerca e soccorso in mare: 146 le unità e 408 le persone soccorse;

–        sicurezza della navigazione e portuale: oltre 6.000 i controlli effettuati ad unità in transito nelle acque di giurisdizione (soprattutto unità da diporto nel periodo estivo), volti a garantire un regolare andamento dei traffici marittimi, sommati ai controlli svolti in ambito portuale in materia di security; 397 i processi verbali elevati a carico dei trasgressori per un ammontare di oltre 120.000 euro. Dato, questo, comprensivo anche dell’attività svolta dagli ispettori della Guardia Costiera a bordo delle navi battenti bandiere straniere che hanno toccato, durante il 2013, i porti del Lazio: 7 le notizie di reato redatte a carico dei Comandanti delle navi che hanno violato norme in materia di sicurezza della navigazione.

–        Tutela ambientale, in termini di: qualità delle acque, corretto funzionamento di depuratori ed impianti di sollevamento dislocati lungo il litorale laziale, discariche abusive, emissione fumi da parte delle navi in ingresso ed in uscita dai nostri porti, rispetto del tenore di zolfo contenuto nel combustibile marino utilizzato dalle navi, tutela delle aree marine protette. Circa 5.000 i controlli effettuati, 31 i processi verbali elevati per un ammontare di oltre 360.000 euro, 22 le notizie di reato inviate alle locali Procure della Repubblica.

–        Pesca marittima: circa 5.000 i controlli effettuati a bordo dei pescherecci, nei punti di sbarco del pescato, nei mercati e nei centri di distribuzione e lavorazione del prodotto ittico, nei supermercati, pescherie e ristoranti, ossia su tutta la filiera ittica. 597 i processi verbali elevati, per un totale di 887.580 euro, e 22 le notizie di reato redatte.
Obiettivo perseguito: garantire il corretto sfruttamento delle risorse ittiche, il rispetto delle norme sulla tracciabilità del prodotto e quelle igienico/sanitarie sul suo trasporto e commercializzazione, e, soprattutto, la tutela del consumatore finale.

–        Demanio marittimo e portuale: 5.046 i controlli in termini di occupazione abusiva di suolo demaniale e mancato rispetto delle concessioni rilasciate. In totale: 58  notizie di reato e 163 processi verbali, per un ammontare di 117.000 euro.

“Questo il bilancio dell’anno 2013, frutto di un’intensa attività di controllo in mare e sulle coste che gli uomini e le donne della Direzione marittima del Lazio hanno svolto, con spirito di sacrificio e dedizione, a tutela dei consumatori, dell’ambiente ed in generale di tutti gli utenti del mare”.
Questa la chiosa del Direttore Marittimo, prima di rinnovare a tutti l’augurio di buon Anno!

“Per il prossimo anno, proseguiremo con lo stesso impegno, nell’intento precipuo di concorrere al raggiungimento degli obiettivi e dei programmi strategici già fissati dalle Autorità di Indirizzo.”

Più informazioni su