Seguici su

Cerca nel sito

Ladispoli, il bilancio del Sindaco

"In un quadro difficile abbiamo cercato di salvaguardare gli equilibri di bilancio perché lo sforamento del Patto di stabilità avrebbe penalizzato ancora di più la città"

Più informazioni su

Il Faro on line – Cari concittadini, si sta per concludere uno degli anni sicuramente più difficili per l’Italia. La crisi economica e, conseguentemente, quella sociale hanno raggiunto vasti strati della popolazione con una situazione che non si viveva in Italia dagli anni del dopoguerra.

La mancanza di lavoro è ormai la priorità assoluta, perché lavoro significa non solo possibilità di vivere dignitosamente ma anche sentire di avere un ruolo nella società.

In questo quadro difficile abbiamo cercato innanzitutto di salvaguardare gli equilibri di bilancio perché lo sforamento del Patto di stabilità avrebbe penalizzato ancora di più la città.

Nello stesso tempo abbiamo mantenuto ferme le tariffe dei servizi fondamentali: non abbiamo aumentato i costi dell’acqua e né quello del trasporto e della mensa scolastica. Abbiamo tagliato le spese e fatto la nostra parte nell’ambito della cosiddetta spending review (revisione della spesa).

Nonostante il venir meno di gran parte dei finanziamenti sovracomunali e l’impossibilità di acquisire mutui, siamo riusciti a portare a termine i lavori ed opere importanti: la pista ciclabile fino a Torre Flavia, la sistemazione del verde di via Claudia, l’apertura del Centro di Arte e cultura, la nuova scuola primaria di Marina di San Nicola, la fornitura di pannelli fotovoltaici su tutte le scuole di Ladispoli, il nuovo cantiere per il lavoratori del servizio di Igiene urbana, la nuova isola ecologica, due altre postazioni di acqua mineralizzata a prezzo calmierato.

Per il 2014 contiamo di proseguire il cammino di trasformazione e ammodernamento della città con opere di grande importanza: il completamento dell’auditorium (per il quale è stato ultimato nel 2013 il penultimo lotto), l’avvio dei lavori del nuovo campo di calcio, l’estensione della raccolta differenziata a tutta la città, la ripresa di cantieri (purtroppo fermi per vari imprevisti) come quelli per la passerella sul Sanguinara, l’asilo nido, il Centro di aggregazione giovanile, il Castello dei Monteroni, la caserma per l’Arma dei Carabinieri.

Naturalmente una parte delle risorse dovrà essere dedicata alla rete stradale (allo stato attuale molto dissestata) e alla manutenzione e ristrutturazione del verde pubblico e dell’illuminazione stradale.

Importanti gruppi economici stanno proponendo investimenti su Ladispoli e questo potrà portare a nuovi posti di lavoro e sviluppo produttivo.

Sarà ugualmente importante, ai fini dello sviluppo economico e della creazione di posti di lavoro, il completamento dell’iter degli strumenti urbanistici, dal Prg al Piano di Olmetto Monteroni.

Per i consorzi del Cerreto e Marina di San Nicola il 2014 sarà un anno importante: per il primo porteremo a termine il rapporto tra Comune e Consorzio, rapporto già avviato a conclusione. Per San Nicola sarà l’anno di un nuova convenzione, visto che la precedente risale addirittura al 1967 ed è ormai superata.

Altro importante obiettivo per il prossimo anno è il completamento della gara per il nuovo fornitore di metano con l’ampliamento della rete al Cerreto e alla zona artigianale.

Questi sono, in grandi linee, gli obiettivi dell’Amministrazione comunale per il 2014: dal punto di vista dei finanziamenti sarà un anno ancora più difficile ma l’aver superato il 2013 rispettando i parametri di legge, fa comprendere come le basi finanziarie del nostro Comune sono sufficientemente salde.

Auguro ai nostri concittadini, anche a nome di tutti gli assessori e dei delegati, un sereno 2014: possiamo assicurare che l’impegno sarà massimo perché la nostra amata Ladispoli continui il suo cammino di sviluppo e progresso.

Un cordiale saluto,

il sindaco Crescenzo Paliotta

Più informazioni su