Seguici su

Cerca nel sito

“Crollo rupe, bisogna intervenire”

Interviene Mauro Porcelli presidente dell’associazione Civiltà

Più informazioni su

Il Faro on line – A seguito dell’articolo apparso su diversi quotidiani in merito al probabile crollo della rupe tufacea di Ardea, interviene Mauro Porcelli presidente dell’associazione Civiltà. Oltre spiegare che il grido d’allarme per il pericolo crollo, era già stato lanciato, mostra un documento  inviato al comune dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento protezione civile.
“Lo scorso Iprimo novembre, ho scritto alla protezione civile per rappresentare il pericolo di crollo della rupe lato incastro, rappresentando che nonostante l’invito a provvedere di diversi anni fa, nessuno ha fatto nulla. Ovviamente sono cosciente del fatto che la responsabilità è del sindaco e interessare la protezione civile, serve da sprono e puntualizzazione. Bene sarebbe specificare che nel 1999 furono chiesti e ottenuti finanziamenti per il rifacimento della rupe. Fondi che, però, insediatasi l’allora sindaco Roberta Ucci furono spesi per la parete lato via di Santa  Marina e non per la parte più disastrata fronte castello e lato Incastro. Bene sarebbe, prosegue l’ex dirigente Porcelli, pertanto va  evidenziata, incuria e responsabilità. Ora, il pericolo di crollo si è fatto evidente, interessando anche le costruzioni soprastanti e sottostanti oltre che  la pubblica incolumità. L’ufficio interrogato, ovviamente sensibile al problema, ha inoltrato la nota  di lato pubblicata. Vorrei fossero messe in evidenza conclude Porcelli, le tante promesse di pinocchio ed il fatto che l’evidente inadempienza sarà motivo di precise responsabilità ove mai si dovessero verificare danni a cose e persone. Da mettere in evidenza, anche, le specifiche competenze richiamate nella della Presidenza del consiglio dei Ministri”.

Più informazioni su