Seguici su

Cerca nel sito

Alitalia: forte attesa per l’offerta Etihad

I Soci decideranno il nuovo presidente. Possibile la riconferma di Del Torchio

Più informazioni su

Il Faro on line – Settimana decisiva per conoscere il nuovo management di Alitalia e per capire se il nuovo partner industriale arrivera’ dal Medio Oriente. Lunedi’ infatti si riunira’ l’assemblea dei soci che dovra’ nominare il nuovo consiglio di amministrazione. E nei prossimi giorni e’ attesa anche una mossa ufficiale di Etihad, la compagnia degli Emirati Arabi che nei giorni scorsi ha confermato che sta valutando un investimento in Alitalia.

Il presidente Roberto Colaninno ha convocato per il 13 gennaio l’assemblea per il rinnovo del board (che aveva annunciato le proprie dimissioni al termine dell’aumento di capitale) e per le modifiche statutarie ai fini dell’adeguamento della governance. Il nuovo board dovra’ riflettere il nuovo assetto della compagine azionaria post aumento (primo azionista e’ ora Intesa SanPaolo, seguito da Poste Italiane, Unicredit e Atlantia) e sara’ anche piu’ snello dell’attuale, composto di 19 membri (non e’ ancora chiaro a quanti consiglieri verra’ ridotto, circolano cifre che vanno dai 7 ai 13 posti).

Per il nuovo presidente, visto che Colaninno si e’ gia’ detto indisponibile a mantenere l’incarico, circolano vari nomi: l’a.d. di Poste Massimo Sarmi (anche se potrebbe essere un’altro manager sempre espressione dell’azionista pubblico), quello di Atlantia Giovanni Castellucci, e l’ex a.d. di Alitalia Domenico Cempella, uno dei pochi manager ad aver firmato bilanci della compagnia in attivo. Qualche indicazione arrivera’ dalle liste che vanno presentate entro mercoledi’ 8 gennaio. Mentre va verso una riconferma l’a.d. Gabriele Del Torchio, che dopo otto mesi alla cloche della compagnia, dovrebbe restare almeno fino a quando sara’ piu’ chiaro il quadro sul partner industriale. In ogni caso, per la poltrona piu’ importante sarebbero gia’ stati presi contatti con il numero uno di Alenia Aermacchi, Giuseppe Giordo.

Nei prossimi giorni dovrebbe intanto svelare le proprie carte Etihad, la compagnia aerea di Abu Dhabi con la quale ci sono stati contatti anche a Capodanno e che continua a lavorare alla due diligence su Alitalia. Terminato il periodo delle festivita’, nei prossimi giorni la compagnia degli Emirati potrebbe ufficializzare le proprie intenzioni con una lettera d’intenti o con la richiesta di una trattativa in esclusiva. Secondo indiscrezioni, Etihad punterebbe a diventare il primo azionista di Alitalia con il 49%, con una iniezione di liquidita’ fino a 350 milioni di euro.

La compagnia degli Emirati intanto puo’ contare su numeri sempre in crescita. Proprio oggi ha annunciato di aver fatto volare nel 2013 quasi 12 milioni di passeggeri, con una crescita del 16% rispetto al 2012, e di aver aggiunto tre nuovi investimenti in compagnie aeree (con l’indiana Jet Airways e con le europee Air Serbia e Darwin Airline). “I nostri numeri da record nel 2013 riflettono il continuo successo del nostro piano strategico, che si basa su tre pilastri”, ha spiegato l’ad James Hogan, indicando: “crescita organica del network, la creazione di partnership di codeshare e investimenti di minoranza in altre compagnie”.

(Fonte Ansa)

Più informazioni su