Seguici su

Cerca nel sito

“Caso Tarsu, la replica di Pavinato assomiglia alla solita filastrocca”

L'Opposizione: "Lui e la sua maggioranza inviano rate della Tarsu scadute ma la colpa è del Governo e di fantomatiche continue variazioni normative..."

Più informazioni su

Il Faro on line – “Pavinato è un disco rotto. Ha imparato a memoria una filastrocca e da lì non si schioda. Sempre le stesse cose. Oggi, ringalluzzito dalle festività, è tornato alla carica donandoci ulteriori perle. Dopo il suo ‘nessun cittadino si è lamentato dell’aumento della Tarsu, solo l’opposizione’ di qualche settimana fa, ecco la versione 2014”. E’ quanto si legge in un comunicato a firma dell’Opposizione.

“Lui e la sua maggioranza inviano rate della Tarsu scadute ma la colpa è del Governo e di fantomatiche continue variazioni normative di cui però non fa menzione. Una routine per un consigliere che solo qualche settimana fa chiedeva all’intera Fiumicino di applaudire un sindaco il quale miracolosamente aveva evitato un rialzo del 300 per cento della tassa sui rifiuti. Peccato che quella norma non ci fosse mai stata tanto da provocare l’imbarazzo dello stesso Montino”.

“Non è finita. Lui e la sua maggioranza a ottobre aumentano del 30 per cento la Tarsu e la colpa di chi è? Del Governo. Bugia: il governo non ha previsto alcun aumento lasciando la possibilità ai comuni di decidere. Tana per Pavinato. E ancora: lui e la sua maggioranza non prevedono alcuna rateizzazione per tutti coloro che hanno ricevuto i bollettini in ritardo e Pavinato che fa? Replica stizzito: si può pagare tutto in tre comode rate. Scadenza? 28 febbraio. Una rata a settimana. Un botta di fortuna per tutte quelle famiglie che hanno un mutuo sul groppone e un famigliare in cassintegrazione” 

“Caro Pavinato: perché il 12 novembre la giunta ha modificato le scadenze della Tarsu ponendo la prima rata al 16 novembre 2013, ovvero 4 giorni dopo la delibera di giunta? Perché una parte (minuscola) della città ha ricevuto i bollettini e la maggioranza (il 90 per cento) non ancora? Qual è stato il motivo? Le norme di legge per qualcuno sono state variate e per altri no? Non sarà mica vostra incapacità? E quali sono state queste variazioni normative di cui tanto parla? Hanno fatto la stessa fine di quella norma di legge di cui tanto si riempiva la bocca e che imponeva aumenti del trecento per cento? Perché non sono stati previsti sgravi e dilazioni per famiglie e imprese che si ritroveranno a dover pagare in un mese tre rate della Tarsu?”

“Questa volta provi lei a convincere la città che tutto questo papocchio non è colpa dell’attuale maggioranza. Ma trovi scuse migliori, così a naso nessuno oggi c’è ancora cascato”.

Più informazioni su