Seguici su

Cerca nel sito

Latina-Rieti, le dichiarazioni del dopo gara

"Prestazione servita per conservare la prima posizione della classifica del girone C del campionato Dnb"

Più informazioni su

Il Faro on line – La Benacquista Assicurazioni Latina Basket chiude il girone d’andata centrando la dodicesima vittoria su tredici gare disputate. Un ruolino di marcia che vale il titolo (platonico) di campione d’inverno e che, in maniera molto più concreta, permette al quintetto nerazzurro di centrare la qualificazione alle finali di Coppa Italia da prima del girone. Nel play off, la Benacquista Assicurazioni Latina Basket dovrà vedersela con la Polisportiva Agropoli: si disputeranno gare di andata (tra il 22 ed il 24 gennaio in Campania) e ritorno (tra il 4 ed il 6 febbraio nel capoluogo pontino), al termine delle quali le vincenti accederanno alla Adecco Cup DNB Final Four.

Al di là della Coppa Italia, l’affermazione ottenuta contro la NPC Rieti è comunque servita per conservare la prima posizione della classifica del girone C del campionato DNB e per aumentare il distacco sulle più immediate inseguitrice, con la stessa Rieti e Pescara adesso a 4 lunghezze di distacco.

Ha di che essere soddisfatto il coach nerazzurro Luigi Garelli: “La partita è andata come ce l’aspettavamo ed anche un po’ come volevamo che andasse – analizza il tecnico – come spesso accade in match tra due squadre che amano giocare a pallacanestro, le difese hanno avuto la meglio sui rispettivi attacchi, perché ognuna delle due formazioni ha preparato delle contromosse. Entrambe le squadre hanno dovuto fare i conti con qualche assenza. A Rieti mancavano Feliciangeli e Mascagni, noi abbiamo pagato l’assenza di Bolzonella, che ha dimostrato di avere un peso specifico importante nel nostro scacchiere offensivo, ma sono soddisfatto del rientro di Santolamazza, tornato a disposizione a tempo di record”.

Sulla gara: “Ho molto apprezzato la condotta della mia squadra dal punto di vista difensivo e mentale – commenta coach Luigi Garelli – ogni volta che loro si sono rifatti sotto non abbiamo mai perso di vista il piano partita e soprattutto non abbiamo mai perso la testa. Siamo rimasti sempre lucidi per capire che stavamo perdendo il filo e che era il momento di tornare a fare le cose che avevamo fatto fin lì. Le percentuali, soprattutto dalla lunga distanza, non sono state un granché, ma dal mio punto di vista era una gara da vincere difensivamente e per una volta si è messa come volevamo e come l’avevamo preparata. E’ chiaro che ci sono cose che si potevano fare meglio, come quando ad inizio di terzo quarto abbiamo mollato leggermente la presa dal punto di vista difensivo ed abbiamo attaccato troppo da fermi, concedendo loro la possibilità di rientrare. D’altronde, come noi abbiamo studiato loro, anche loro hanno preparato molto bene la partita. La nostra bravura è stata quella di rintuzzare mentalmente tutti i tentativi di rientrare da parte di Rieti, senza mai andare sotto nel punteggio”.

Non ha rilasciato dichiarazioni in conferenza stampa il coach della NPC Rieti, Luciano Nunzi: “Mi avrebbe fatto molto piacere commentare questa sfida – spiega il tecnico reatino – ma ci siamo imposti di non rilasciare dichiarazioni. Siamo rientrati dalle vacanze ed abbiamo trovato il nostro impianto, il PalaSojourner, gelato. Purtroppo non è la prima volta che ciò accade e questa è una mancanza di rispetto nei nostri confronti, visto che ora a Rieti c’è un torneo giovanile e l’impianto di riscaldamento è regolarmente funzionante”.

Più informazioni su