Seguici su

Cerca nel sito

“Urbanistica: tempi procedimentali in cura dimagrante”

Mitrano: "L’obiettivo è stato quello di normalizzare i rapporti tra cittadini e pubblica amministrazione"

Più informazioni su

Il Faro on line – Ridotti i tempi di attesa delle procedure, solo 35 le istanze del 2013 da istruire, aumento di pareri della commissione locale per il paesaggio: è questa la fotografia del lavoro svolto nel 2013 dall’Assessorato alla Pianificazione del Territorio, attraverso gli uffici comunali competenti. “Un flash indicativo di un’importante inversione di tendenza rispetto al passato e che va verso l’efficientismo e la responsabilizzazione dei risultati, ponendo alla base i principi della partecipazione, della collaborazione e della trasparenza” afferma l’Assessore alla Pianificazione Territoriale Pasquale De Simone che nei giorni scorsi ha ottenuto dal Sindaco Cosmo Mitrano anche la delega alla Polizia Locale, affidando la competenza del Piano Regolatore Generale all’Assessore Antonio Di Biagio .

“L’obiettivo dell’Amministrazione, fin da subito, è stato quello di normalizzare i rapporti tra cittadino e pubblica amministrazione – tiene a precisare il Primo Cittadino –  Una sfida alla quale non potevamo sottrarci e verso la quale serviva un impegno robusto e corale per superare gli ostacoli, e gettare un sasso nello stagno dell’immobilismo. La riduzione dell’attesa delle risposte amministrative e la semplificazione dei procedimenti edilizi e paesaggistici sono gli imperativi della nostra Amministrazione  per poter rendere conto ai cittadini con chiarezza e tempestività, coerenza e sistematicità, neutralizzando duplicazione e moltiplicazione dei centri decisionali  e momenti istruttori”.    

Dai report emerge in maniera chiara l’inversione di tendenza registrata nell’anno 2013 in merito al conseguimento dei risultati sui tempi procedimentali legati all’istruttoria e definizione  dei procedimenti edilizi, come precisa l’Assessore De Simone  “Di fronte ad un carico di lavoro ancora poco compatibile con le risorse impiegate restano da istruire solo 35 istanze con una riduzione netta rispetto al 2012 a parità di impiego di risorse umane e di carico lavoro, di circa il 65%. Tempi ancora irragionevoli che dovranno essere ulteriormente ridotti nell’organizzazione delle risorse per l’anno appena iniziato, fornendo un canale di maggiore semplificazione per le attività produttive che intendano investire sul territorio e rinnovare il tessuto edilizio”.

Ulteriore dato positivo si registra nelle risposte efficienti ed adeguate della commissione locale per il paesaggio che mantiene e incrementa lievemente i risultati virtuosi raggiunti anche negli anni precedenti.

Più informazioni su