Seguici su

Cerca nel sito

“Arginare il clima di paura che la città sta vivendo”

Sinistra Ecologia Libertà: "Forze dell'ordine senza mezzi"

Più informazioni su

Il Faro on line – “La presenza di una malavita capillare, attiva e spesso violenta, nelle zone del litorale laziale, è un problema accertato ormai da tempo. Gli allarmi della politica e del civismo locale si moltiplicano di pari passo con l’estendersi di episodi deprecabili di intimidazioni, regolamenti di conti, vasti traffici illeciti, in un clima di preoccupante assenza dello Stato in un contesto dove la penetrazione mafiosa è tuttora troppo sottovalutata”. Lo dichiarano in una nota i deputati Ileana Piazzoni e Nazzareno Pilozzi, del gruppo Sel. “Non è bastato il sit-in per la legalità organizzato dai cittadini di Ardea nel 2013, non sono servite le interrogazioni parlamentari che abbiamo presentato al Ministro dell’Interno, ancora in attesa di risposta. Un ennesimo episodio di minaccia criminale, infatti, ha colpito un esponente politico di Ardea, a pochi mesi dagli ultimi incendi intimidatori ai danni delle proprietà di amministratori, ex carabinieri e giornalisti locali. Questa volta a prendere fuoco è stata l’automobile di Franco Marcucci, presidente della delicata commissione Ambiente al Comune di Ardea, già vittima altre due volte di simili avvertimenti. Tutto questo avviene, ancora una volta, in un contesto dove le forze dell’ordine si ritrovano senza i mezzi finalizzati al contrasto né il necessario supporto da parte delle istituzioni statali. A Marcucci e a tutti gli amministratori e cittadini che sono diventati obiettivi di questi vili gesti malavitosi, va la nostra incondizionata solidarietà. Il nostro impegno per porre un argine al clima di paura che la città sta vivendo sarà costante. Per questo – concludono i due parlamentari – presenteremo una nuova interrogazione alla Camera per chiedere conto al Ministro Alfano e per domandare al Prefetto di Roma di insediare una commissione d’accesso in seno al Comune di Ardea, al fine di verificare e monitorare la presenza di attività mafiose sul territorio”.

Più informazioni su