Seguici su

Cerca nel sito

Ciclismo urbano, il Comune aderisce alla sfida europea

L’iniziativa, che si svolge ogni anno durante l’intero mese di maggio, vede le città partecipanti sfidarsi ciascuna con la propria squadra ufficiale

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Comune di Pomezia aderisce alla Sfida Europea in Bici 2014, iniziativa per la promozione del ciclismo urbano rivolta a tutte le città europee. Nata nel 2012, la manifestazione ha visto solo lo scorso anno la partecipazione di più di 3.000 ciclisti in 12 città europee (Bologna, Padova, Rimini, Tallinn, West London, London‐Lewisham, Dublino, Lille, Utrecht, Tartu, Kaunas, Vila Nova de Famalicão) che hanno pedalato per oltre 300.000 km, dando vita ad un movimento consapevole attorno al tema della sostenibilità urbana. Pomezia quest’anno non sarà da meno. L’iniziativa, che si svolge ogni anno durante l’intero mese di maggio, vede le Città partecipanti sfidarsi l’un l’altra, ciascuna con la propria squadra ufficiale, nell’utilizzo della bici come mezzo di trasporto urbano. I partecipanti, tracciando i propri spostamenti in bici mediante una app gratuita per smartphone, contribuiscono all’ammontare dei km percorsi dalla loro Città.

Le classifiche, sia quella locale (tra partecipanti), sia quella europea (tra Città), sono aggiornate in tempo reale e permettono di confrontarsi in maniera divertente, sia tra concittadini, colleghi e amici che tra le Città aderenti all’iniziativa. 

“Aderiamo a questa iniziativa – dichiara il Presidente del Consiglio Renzo Mercanti – per sensibilizzare Pomezia e i suoi cittadini al tema del trasporto alternativo e sostenibile. Grazie alla Sfida Europea in Bici potranno crearsi gruppi di ciclisti urbani con i quali l’Amministrazione si confronterà sulla tematica della mobilità. Richiederemo inoltre i dati di tutti i percorsi tracciati, e li elaboreremo per ottenere informazioni utili alla verifica e pianificazione della rete ciclabile cittadina. In attesa del materiale operativo che divulgheremo al più presto, invito professionisti, amatori e semplici cittadini a partecipare alla Sfida, per dimostrare che una Città meno inquinata e più sostenibile è possibile”.

Più informazioni su