Seguici su

Cerca nel sito

Gioco d’azzardo, parte la raccolta firme

De Meo: "La scorsa settimana ho inviato una nota al Ministro degli Affari Regionali"

Più informazioni su

Il Faro on line – Prosegue la battaglia del Sindaco di Fondi Salvatore De Meo sulla sostituzione dell’una tantum IMU sulla prima casa, il cui termine è stato fissato al 24 Gennaio 2014, con l’una tantum sul gioco d’azzardo: «La scorsa settimana ho inviato una nota al Ministro degli Affari Regionali Graziano Delrio per invitarlo a farsi promotore di un intervento governativo in tal senso e ho sollecitato per iscritto anche l’ANCI – Associazione dei Comuni italiani, i Sindaci e i Parlamentari della Provincia di Latina. Evidentemente le nostre pressioni hanno avuto effetto, considerato che nella giornata di ieri lo stesso Ministro Delrio ha dichiarato pubblicamente che sui giochi d’azzardo lo Stato “non può avere atteggiamenti ambigui” e ha promesso che affronterà il problema in un tavolo interministeriale. Inoltre si è appreso che sul decreto che abolisce la seconda rata IMU del 2013 sarà presentato alla Camera un emendamento, che sostanzialmente recepisce la recente richiesta dei Sindaci dell’Emilia-Romagna e propone l’aumento della tassazione sul gioco d’azzardo per evitare che i cittadini debbano pagare la cosiddetta mini-IMU. Purtroppo il pasticcio normativo del Governo rischia anche di produrre un buco nei bilanci comunali se venisse confermata sull’IMU la mancata corresponsione degli importi inferiori a 12 Euro. Spero che il Governo non continui a subire la pressione delle lobby delle slot machine e dei giochi online e comprenda che è necessario tutelare i cittadini-contribuenti, spremuti da innumerevoli tassazioni. Ricordo che i Comuni italiani devono ricevere dallo Stato 1 miliardo e mezzo di Euro derivanti dalla mancata copertura della mini-IMU, soldi necessari per garantire servizi essenziali come il trasporto pubblico e l’assistenza sociale: è inaccettabile che questi soldi debbano essere versati dai cittadini mentre il prelievo fiscale sul gioco d’azzardo è stato ridotto dal 30% al 10% rispetto ad un fatturato annuo di ben 100 miliardi di Euro. Dopo l’adesione al “Manifesto dei Sindaci per la legalità contro il gioco d’azzardo” il Comune di Fondi prosegue nel suo impegno a contrastare il fenomeno delle ludopatie e invita i cittadini a sottoscrivere entro Venerdì 17 Gennaio i moduli della legge di iniziativa popolare contro il gioco d’azzardo, disponibili presso l’URP sito al pianterreno della Casa comunale»

Più informazioni su