Seguici su

Cerca nel sito

Gruppi di auto-mutuo-aiuto per i genitori di bimbi disabili

Calicchio: "In questi spazi le femiglie potranno confrontarsi, scambiarsi idee ed esperienze"

Più informazioni su

Il Faro on line – Uno spazio di incontro e di scambio per i genitori che hanno figli disabili, un modo per alleggerire il peso che portano nel cuore attraverso la condivisione ed il confronto. È con questo scopo che nascono i gruppi di auto-mutuo-aiuto, un progetto ideato dal Comune di Fiumicino a favore dei padri e delle madri di bambini seguiti dal Servizio di Assistenza Educo-Culturale (AEC), con l’aiuto delle Cooperative che gestiscono il Servizio.
Durante gli incontri, totalmente gratuiti, che si svolgeranno, con la cadenza di uno al mese,  ogni giovedì in via delle Meduse 83 a Fiumicino oppure ogni mercoledì a Maccarese in via Castel San Giorgio 25, i genitori saranno assistiti da una psicologa, la dottoressa Laura Cenni.
“Ci siamo accorti – ha spiegato l’assessore ai Servizi sociali del Comune di Fiumicino Paolo Calicchio – che c’era necessità di fornire un servizio di assistenza ai genitori di bambini disabili, che ogni giorno affrontano mille difficoltà. In questi spazi potranno confrontarsi, scambiarsi idee ed esperienze, confortarsi, il tutto sotto la supervisione di una psicologa. Sono sicuro che otterremo risultati positivi e importanti da questo progetto”.
“È una sfida – ha aggiunto la dottoressa Maria Antonia Mura, dirigente dell’area socio-sanitaria – che ci proponiamo, un progetto ancora in fase sperimentale nel quale crediamo e che ci è stato proposto dalle cooperative, che hanno una particolare sensibilità sul tema”.

Per qualsiasi informazione è possibile contattare il numero 06/65024501.

Più informazioni su