Seguici su

Cerca nel sito

Fare esperienza all’estero, studenti in campo

La commissione politiche giovanili incontra le associazioni per promuovere gli scambi giovanili in ambito europeo

Più informazioni su

Il Faro on line – La commissione politiche giovanili  ha incontrato in questi giorni alcune realtà giovanili che si occupano di mobilità internazionali per contribuire a disseminare opportunità di formazione in ambito europeo. I consiglieri della commissione, coordinata dal Presidente Filippo Lange, e composta dai consiglieri Inches, Moroso, Sesa, Schneider, Ferrara, Fantoni hanno accordato il proprio contributo a promuovere sul territorio gli scambi europei programmati rispettivamente in Lituania, Grecia, Portogallo e Serbia.Le tematiche affrontate durante le visite internazionali, che hanno la durata di una settimana e prevedono il solo pagamento del 30% del biglietto aereo, sono di diverso tipo e spaziano dalle buone prassi nella cittadinanza attiva, al dialogo strutturato istituzione – consulte giovanili, all’utilizzo efficace dei nuovi media, alla difesa dell’ambiente, allo sviluppo ecocompatibile.

Ecco l’elenco  schematico delle mobilità suddette

1/02 – 9/02 – iMEDIA (Vilnius, Lituania)Progetto incentrato sui social media ed i giovani che li usano quotidianamente, per lavoro, studio, o interesse personale. Imparare ad usarli, conoscerne l’ABC, essere in grado di vederli in chiave critica per esprimerne giudizi positivi o negativi

13/02 – 18/02 – ENGAGE TO SHAPE (Atene, Grecia)Progetto sul Dialogo Strutturato, un processo per garantire che le politiche giovanili rispondano alle esigenze e le aspettative dei giovani in Europa; è rivolto ai giovani, alle organizzazioni e agli operatori/attori del mondo giovanile, con l’obiettivo di costruire politiche giovanili con il partecipazione dei giovani stessi.Uno strumento di comunicazione quindi tra i giovani e le istituzioni, creato ed utilizzato al fine di attuare le priorità della cooperazione europea nel settore delle politiche giovanili, per permettere ai giovani stessi di essere parte attiva, creativa e proponente dell’intero processo e di far sentire la propria voce in sede di decisioni politiche locali, regionali, nazionali ed europee.

8/04 – 14/04 – TO SCORE YOU NEED A GOAL (Olhao, Portogallo) La forza e il valore dello sport come strumento di aggregazione e di coesione sociale, come occasione per porre in contatto e dialogo diversità culturali, religiose e ideologiche, è sempre più affermato e riconosciuto. 

8/06 – 10/06 -BUSE, Born in the United States of Europe – Leskovac (Serbia)Discutere ed approfondire (esplorare) il significato di ‘essere cittadini europei’, ovvero, prendere giusta coscienza dei nostri diritti specificati nella Carta dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea per poterli esercitare a pieno titolo. 

Per maggiori informazioni il contatto mail è atom.ostia@gmail.com

Più informazioni su