Seguici su

Cerca nel sito

Ricerca e soccorso in mare, Guardia Costiera sempre in allerta

Doppia operazione a Civitavecchia e Terracina

Più informazioni su

Il Faro on line – Particolarmente impegnativo è stato il fine settimana  per il personale del Reparto Operativo della Direzione Marittima del Lazio, attivatosi in due interventi di ricerca e soccorso in mare che, nonostante le condimeteo avverse, si sono conclusi favorevolmente. Durante la trascorsa nottata , sotto il coordinamento del 3° Maritime Rescue Sub Center della Direzione Marittima – Guardia Costiera  di Civitavecchia, è stata effettuata un’evacuazione medica di un marittimo di nazionalità ucraina, di anni 55, colto da un principio d’infarto a bordo della nave cargo “BUDE”, battente bandiera delle “Isole Marshall”, in navigazione verso Taranto, a circa 50 miglia a largo di Civitavecchia. Per le attività di soccorso è stato impiegato un elicottero dell’Aeronautica Militare, decollato dall’aeroporto militare di Pratica di Mare. L’evacuazione medica è stata particolarmente difficoltosa a causa delle condizioni meteo marine avverse (mare in burrasca da Sud-Est con raffiche di vento superiori a 30 nodi). Il marittimo, una volta recuperato tramite il verricello dell’elicottero, è stato trasportato presso l’aeroporto militare di Pratica di Mare, dove ad attenderlo vi era il personale sanitario del 118 per il successivo trasporto all’ospedale civile di Pomezia (RM), dove tuttora è ricoverato.

L’altra operazione di ricerca che si è sviluppata durante la serata di s abatoha riguardato il ritrovamento di una zattera autogonfiabile aperta e di resti di un’imbarcazione da diporto spiaggiati sul lungomare di Terracina (zona Porto Badino). Gli accertamenti disposti nell’immediatezza del ritrovamento, in primo luogo l’intervento di una unità specializzata della Capitaneria di Porto di Gaeta, hanno consentito di riscontrare che si trattava di parte di relitto andato alla deriva e spiaggiatosi sul lungomare di Terracina a causa delle correnti, per un precedente affondamento dell’imbarcazione stessa , avvenuto lo scorso 08 gennaio a circa 8 miglia dall’isola di Ischia, e senza conseguenze per la sicurezza degli occupanti, così come riscontrato e comunicatoci dal limitrofo 4° Maritime Rescue Sub Center della Direzione Marittima di Napoli.
Il perdurare delle condizioni meteomarine avverse ha causato la sospensione dei collegamenti marittimi tra Formia e le isole pontine, mentre risultano al momento regolari i collegamenti marittimi tra il porto di Civitavecchia  e le isole maggiori.

Più informazioni su