Seguici su

Cerca nel sito

Aggredisce l’ex fidanzata, stalker in manette

Nel weekend, i Carabinieri di Anzio avevano arrestato ad Ardea un cittadino del Sudan che aveva dato fuoco all'appartamento della sua ex

Più informazioni su

Il Faro on line – I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno arrestato un 27enne di Anzio, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di “stalking”. Il ragazzo non riusciva a rassegnarsi alla fine della sua storia d’amore con l’ex fidanzata di 24 anni, tanto più che la giovane aveva iniziato a frequentare altre persone. Così, il 27enne ha deciso di renderle la vita impossibile, pedinandola, infastidendola e, addirittura, aggredendola fisicamente. I Carabinieri di Anzio, chiamati ad intervenire a seguito dell’ennesima aggressione subìta dalla ragazza, hanno accertato che il 27enne, negli ultimi mesi, ma in modo particolare in questi ultimi giorni, aveva posto in essere una serie di condotte violente e persecutorie nei confronti della propria ex, coinvolgendo anche persone a lei vicine.

L’episodio che ha portato all’arresto si è verificato due sere fa, quando lo stalker è andato sotto l’abitazione della ex e, incurante della presenza del figlio di pochi anni, l’ha aggredito prendendola ripetutamente a schiaffi. Il ragazzo, resosi conto dell’arrivo di alcuni familiari e dei Carabinieri, allertati dai diretti interessati, è corso sul terrazzo della palazzina e, nel tentativo di scappare, si è calato da un’altezza di oltre 10 metri utilizzando le tubature del gas. I Carabinieri, giunti sul posto, si sono preoccupati subito delle condizioni della ragazza che, fortunatamente, non ha riportato gravi lesioni. Subito dopo, si sono messi sulle tracce dell’aggressore che è stato rintracciato, poco dopo, nei pressi della propria abitazione di Anzio. Lo stalker è stato, così, arrestato e trattenuto in caserma. Giudicato con rito direttissimo dal Tribunale di Velletri, è stato condannato e sottoposto agli arresti domiciliari.

Nel weekend, i Carabinieri di Anzio avevano già arrestato ad Ardea un cittadino del Sudan che, al culmine di una discussione con la ex convivente, aveva appiccato le fiamme nell’appartamento della compagna distruggendolo.

Più informazioni su