Seguici su

Cerca nel sito

Alitalia conferma: nel piano ci sono 1.900 esuberi

Sono 280 tra i piloti,  350 tra gli assistenti di volo, 480 nei servizi a terra, 600  negli uffici e 190 nella manutenzione

Più informazioni su

Il Faro on line – Alitalia,  nel secondo incontro con i sindacati sul nuovo piano  industriale, conferma i 1.900 esuberi e ribadisce la volonta’  di gestirli tramite ricorso a vari strumenti di  ammortizzatore sociale senza licenziamenti. L’azienda oggi ha  fornito il dettaglio degli esuberi: sono 280 tra i piloti,  350 tra gli assistenti di volo, 480 nei servizi a terra, 600  negli uffici e 190 nella manutenzione. “L’azienda –  puntualizza il segretario generale aggiunto della Uil  Trasporti, Marco Veneziani – ci ha garantito che non si  faranno licenziamenti”. Per Mauro Rossi, segretario nazionale  della Filt-Cgil, “siamo di fronte ad un piano di  sopravvivenza, piu’ che ad un piano industriale: quest’ultimo  ci sara’ solo quando arrivera’ il partner industriale. Il  piano attuale e’ un piano di taglio dei costi finalizzato a  traguardare la compagnia fino all’arrivo del partner”. Gli  incontri tra aziende e sindacati riprenderanno da venerdi’  prossimo per un approfondimento, settore per settore, del  ventaglio di ammortizzatori a disposizione”. Quanto alla  trattativa con Ethiad, secondo quanto riferiscono i  sindacati, oggi l’azienda con il capo del personale Giorgio  Rossi, si e’ limitata a spiegare che il negoziato procede,  senza fornire indicazioni sui tempi: “La mia aspettativa –  osserva Rossi – e’ che i tempi siano i piu’ brevi possibili  perche’ non c’e’ tempo”. 

Più informazioni su