Seguici su

Cerca nel sito

Il Latina riparte col piede giusto: 2-1 all’Empoli

Battaglia sul campo. Al 93° il guizzo vincente, ma che fatica

Più informazioni su

Il Faro on linec – Gran colpo del Latina che ricomincia da dove aveva lasciato, ovvero con una vittoria. Pesantissima, bella, al cardiopalma quella ottenuta contro l’Empoli per 2-1 proprio all’ultimo istante utile. Prima di ritorno e prima del 2014 al pubblico amico per i nerazzurri. Ospite l’Empoli, seconda forza del torneo. Mister Breda non cambia il suo 3-5-2, diventato ormai un vero e proprio marchio di fabbrica. Per contrastare il 4-3-1-2 di Sarri il tecnico pontino sceglie Iacobucci a difesa dei pali con una linea arretrata a tre composta da Brosco, Cottafava ed Esposito. In mediana la novità è Laribi in posizione di mezzala sinistra. A destra c’è Milani, Morrone giostra davanti la difesa, Crimi interno destro e Alhassan esterno. In avanti fiducia rinnovata a Cisotti in appoggio a Jonathas. In panchina gli altri due volti nuovi: il centrocampista Viviani ed il portiere Tozzo.

LA CRONACA – Gara equilibrata e lunga fase di studio nei primi dieci minuti: gioco frammentato e unica azione degna di nota un tiro di Jonathas che al 5′ ci prova da 35 metri senza trovare la porta. Nessuna occasione fino al 28′ quando si fa rivedere il Latina: Alhassan recupera palla con la forza e poi cede a Jonathas che guadagna campo e una volta arrivato ai trenta metri lascia partire una sassata di destro potentissma: Bassi può solo guardare, ma la palla fa la barba all’incrocio dei pali e si spegne sul fondo. I padroni di casa prendono fiducia e guadagnano metri diventando padroni del campo. Manca, però, l’affondo finale: al 40′ angolo di Laribi, Esposito va in cielo e schiaccia. Bassi è battuto ma è provvidenziale il salvataggio di Pucciarelli sulla linea. L’Empoli risponde sull’azione seguente. Croce si libera in area di rigore e prova ad angolare. Cottafava si oppone con il corpo ma la respinta giunge sui piedi di Valdifiori che dal limite la piazza angolata con la sfera che sibila alla destra di Iacobucci. La gara si accende nel finale di primo tempo. Ultima occasione, un contropiede ben orchestrato dal Latina con Cisotti che serve nello spazio Milani: destro in corsa senza precisione. Si va al riposo a reti invioltate.

LA RIPRESA – Tutta un’altra musica il secondo tempo. Il match comincia subito su ritmi serrati e fioccano le occasioni. La prima, al 3′, è dell’Empoli con Tavano che riceve un lancio lungo e da posizione defilata prova un destro al volo ad incrociare che si spegne fuori non di molto. Poi ci prova Croce, ma il suo tiro dai 25 metri finisce altissimo sulla trasversale di Iacobucci. Risposta Latina a 6′ con un episodio da rivedere alla moviola. Crimi verticalizza in area per Cisotti che contrastato da Barba cade in area. Tra le proteste nerazzurre, Roca lascia giocare. Breda attinge dalla panchina e all’11’ manda in campo Jefferson per Cisotti. Due minuti dopo il Francioni grida al gol, ma Bassi vola e devia una zuccata a botta sicura di Jonathas su corner di Laribi. Ancora un cambio per i nerazzurri al 16′ con l’ingresso in campo di Bruno per l’ottimo Laribi. E’ un buon momento per i nerazzurri che cerca di scardinare la difesa empolese che ha il tempo di riorganizzarsi. Cala il ritmo nella parte centrale della ripresa e Breda prova a dare un’altra scossa attingendo di nuovo dalla panchina. Dentro Ristovski per Milani. Dall’altra parte Mario Rui sostituisce Laurinì. Un minuto dopo, al 29′, il gol che spezza l’equilibrio. A metterlo a segno è l’Empoli nella prima azione degna di nota del match.

Maccarone serve una palla al bacio in pallonetto per Tavano che si inserisce presentandosi davanti a Iacobucci non sbaglia. Ma il Latina reagisce quasi immediatamente. Al 33′ arriva puntuale il meritato pareggio: cross di Crimi, spizzata di Jefferson che devia la palla con la testa sottomisura quel tanto che basta per spiazzare Bassi. Il Francioni esplode di gioia per il terzo gol stagionale del brasiliano. Il finale si gioca sul filo dei nervi, con la consapevolezza che ogni errore può costare caro. Tanti ribaltamenti di fronte da una parte e dall’altra. Su uno di questi, al 48′, nasce il gol partita. L’affondo di Alhassan sulla sinistra è di quelli da vedere e rivedere. Il ghanese ubriaca di finte Hysaj e poi mette sul secondo palo dove solo soletto c’è Ristovski che deve solo appoggiare in rete (nella foto). Finisce 2-1 nella bolgia del Francioni.

I tabellini

LATINA – EMPOLI 2-1
Latina (3-5-2): Iacobucci; Brosco, Cottafava, Esposito; Milani (28’st Ristovski), Crimi, Morrone, Laribi (16’st Bruno), Alhassan; Cisotti (11’st Jefferson), Jonathas. A disp.: Tozzo, Bruscagin, Viviani, Gerbo, Chiricò, Ghezzal. All.: Breda
Empoli (4-3-1-2): Bassi; Laurinì (28’st Mario Rui), Barba, Rugani, Hysaj; Signorelli, Valdifiori, Croce (34’st Castiglia); Pucciarelli; Tavano (34’st Verdi), Maccarone. A disp.: Pelagotti, Mchedlidze, Ronaldo, Accardi, Eramo, Ronaldo, Pratali. All.: Sarri

Arbitro: Roca di Foggia. Assistenti: Paiusco di Vicenza e Mondin di Treviso. IV°Ufficiale: Di Paolo di Avezzano
Marcatori: 29’st Tavano, 33’st Jefferson, 48’st Ristovksi
Note – Ammoniti: Cottafava, Crimi, Pucciarelli. Recupero: 1’pt – 4’st.
Spettatori: 3809.
Incasso: 44,167,50 euro.
Abbonati: 1.696.
Quota abbonati: 14.757 euro

Più informazioni su