Seguici su

Cerca nel sito

Più di 110 persone in spiaggia… per pulirla. La plastica è il nemico numero uno

XXIII edizione del "Mare d'Inverno", iniziativa promossa dall'associazione di volontariato ambientale “Fare Verde”

Più informazioni su

Il Faro on line – 110 i volontari presenti sulla spiaggia di Vindicio a Formia per pulire il tratto di litorale da un mare di plastica che “il mare d’inverno” ci restituisce dopo ogni mareggiata. E’ terminata ieri la XXII edizione de “Il Mare d’Inverno”, l’iniziativa di volontariato ambientale e tutela dei litorali, organizzata dai volontari di Fare Verde in tante spiagge d’Italia dal 1992. Intorno alle 9 del mattino sono giunti primi volontari, alcuni già armati di guanti. Gli altri volontari fornivano rastrelli, buste, pinze e indicazioni su come separare: plastiche, metalli,vetro, secco-indifferenziato, rifiuti pericolosi e ingombrati.

Intorno alle 9:30 sono giunte le prime scolaresche: due classi della scuola elementare di Castellone, tre classi del Liceo Marco Tullio Cicerone di Formia e 8 ragazzi dal Liceo di Scienze Umane “S. Francesco” di Fondi. Fino alle ore 12 i volontari si sono impegnati con circa 80 fra ragazzi e bambini, divisi per gruppi, alternando educazione ambientale e raccolta dei rifiuti con guanti e pinze. Agli studenti è stato inoltre distribuito un questionario, per una sintesi dei concetti e sul valore della giornata

In calce al questionario si poteva indicare i rifiuti maggiormente rinvenuti sulla spiaggia. La TOP TEN rifiuti spetta sempre alla PLASTICA. Una rilevanza  netta: bottiglie e tappi e molti piccoli oggetti e imballaggi. “Se siamo ben consci che questi rifiuti sono tutto il frutto delle nostre attività e di una scorretta gestione di questi oggetti che diventano presto rifiuti, ogni cittadino può impegnarsi a produrne meno, non comprandoli, con un consumo e stili di vita più consapevoli, attuando pratiche virtuose:  il vuoto a rendere, prodotti alla spina, km0…Tutti devono essere partecipi di questo cambiamento e forse oggi più di 80 fra ragazzi e bambini hanno acquisito un po’ di coscienza ecologica e di consapevolezza”, commentano gli organizzatori dell’iniziativa.

Dopo il questionario sono state distribuite le BORSE di TELA riutilizzabili, grazie al contributo del Comune di Formia. Infine hanno fatto merenda con pane, miele e olio locale.
Grazie a tutti i partecipanti volontari che hanno lasciato casa, figli troppo piccoli e il riposo del sabato…per pulire la spiaggia e per aiutare nelle attività di educazione e sensibilizzazione ambientale. Nello specifico grazie ad Angela, Letizia, Francesca, Marta, Oriana, Valeriano, Nino, Nella (per le tielle) Liana, Nicolò, Giuliano, Marianna,Vittorio, Massimo, Peppe, Salvatore, Antonio, Giusi, Alessandra, tutti gli operatori del Comune, Salvatore, Claudio… infine tutti i ragazzi delle scuole con i loro insegnanti…e tutti gli altri.

Hanno partecipato all’iniziativa/o hanno dato un contributo il Comitato Civico Mamurra, Tanaliberatutti, ArteNativa, Mare Moto, Florapi e i volontari di Fare Verde dal frosinate. Ringraziamo per la disponibilità l’azienda Latina Ambiente e il Comune di Formia.

Più informazioni su