Seguici su

Cerca nel sito

“Abuso di alcol tra i giovani”, successo per il seminario

Gli studenti: "Una lezione che ci ha fatto riflettere"

Più informazioni su

Il Faro on line – Grande partecipazione da parte degli studenti al “Seminario di informazione e sensibilizzazione per la prevenzione dell’abuso alcolico tra i giovani” che si è tenuto il 22 gennaio all’IIS “Vincenzo Cardarelli”. L’evento, organizzato in collaborazione con la CRI, grazie all’impegno della sua rappresentante Paola De Costanzo, e l’associazione Pro Loco di Tarquinia, ha visto anche un intervento del dott. Luca Piras, che ha parlato del ruolo delle situazioni e delle emozioni nei comportamenti di abuso alcolico tra i giovani. «Una lezione che ci ha fatto veramente riflettere. – è stato il commento degli studenti – A volte noi giovani tendiamo ad essere troppo superficiali sui problemi che ci riguardano, e non sempre pensiamo alle conseguenze dei nostri comportamenti». Il seminario si è aperto con la donazione alla CRI da parte della presidente della Pro Loco, Paola Peparello, di un paio di occhiali che imitano l’acuità visiva dopo aver bevuto alcol, acquistati grazie al sostegno del Comune di Tarquinia. «Un sentito ringraziamento alla Pro Loco per questo atto di generosità. – ha commentato presidente della CRI di Tarquinia e Monteromano Francesco Saverio Guaragno – Noi della Croce Rossa usiamo questo tipo di occhiali nelle nostre campagne di sensibilizzazione e di educazione alla sicurezza stradale». E proprio di sicurezza stradale hanno parlato alcuni rappresentanti del comitato CRI di Rieti, Eleonora Angelini, Pierluigi e Federica Novelli, Giulia Aguzzi, illustrando la campagna regionale “GuidiAmo la vita”. Gli studenti, inoltre, hanno preso parte con grande interesse ed entusiasmo alle attività pratiche e alle simulazioni, indossando gli occhiali ad effetto alcolemia. «Un grazie di cuore a tutti coloro che hanno collaborato alla realizzazione di questa importante iniziativa, – dichiara il dirigente scolastico Laura Piroli – che, vista la sua importanza, mi auguro possa prevedere altri incontri futuri».

Più informazioni su