Seguici su

Cerca nel sito

Autostrada, positivo l’incontro tra Pd e residenti della Farnesiana

La segreteria: "I cittadini rassicurati dalle parole del sindaco Mazzola. Siamo i portavoce delle istanze del territorio. In programma nuove iniziative pubbliche"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il PD ha incontrato il 27 gennaio alcuni residenti della Farnesiana per fare il punto della situazione sull’autostrada. Accogliendo le loro richieste di avere informazioni sullo stato di avanzamento dei lavori, il PD si è fatto promotore di una riunione che si è svolta nella sede di via Giuseppe Mazzini. In apertura il segretario Angelo Centini, sottolineando il carattere nazionale del Corridoio Tirrenico, ha evidenziato come la Regione Lazio e, in modo particolare la Provincia di Viterbo, siano state fino a oggi assenti. E ha poi posto l’accento sul ruolo del partito, che favorirà il dialogo tra l’Amministrazione Comunale e la popolazione con nuove iniziative pubbliche. Il sindaco Mauro Mazzola ha illustrato con estrema chiarezza, frutto di numerosi sopralluoghi e tavoli tecnici, la rete stradale secondaria che SAT, con documenti ufficiali, si è impegnata a realizzare, con particolare riguardo per la Farnesiana: dalla costruzione del nuovo ponte sul fiume Mignone alle complanari. Il primo cittadino ha inoltre spiegato le migliorie apportate nel corso degli anni ai progetti iniziali e le criticità in corso di risoluzione, che saranno al centro di altre riunioni con i vertici di SAT. Molto soddisfatti i residenti della località intervenuti, che hanno apprezzato la disponibilità del sindaco Mazzola e hanno preso le distanze da chi ha fatto della protesta una professione. «Ci siamo fatti portavoce delle richieste di chiarimento avanzate da alcuni cittadini. – dichiara la segreteria del PD – È stato un confronto molto positivo, grazie al sindaco Mazzola che ha risposto a ogni domanda, spazzando via dubbi e incertezze. Di concerto con l’Amministrazione Comunale, continueremo a informare i cittadini e ad ascoltare le loro istanze. Se saranno necessarie azioni forti contro la SAT, ci prenderemo le nostre responsabilità, senza avere nessuna paura. Auspichiamo un maggiore interessamento della Regione Lazio e della Provincia di Viterbo, perché facciano veramente sentire la presenza delle Istituzioni».

Più informazioni su