Seguici su

Cerca nel sito

L’istituto di Viale Adige commemora il 27 gennaio

Tinti: "Sono momenti importanti per la nostra comunità studentesca"

Più informazioni su

Il Faro on line – Una proiezione organizzata dalle classe terze A Enogastronomia e B Sala e Vendita  per ricordare la Shoah.  Gli studenti hanno montato una serie di immagini  ricostruendo la deportazione e lo sterminio nei campi di Auschwitz Birkenau attraverso le parole di tre sopravvissuti Slomo Venezia (recentemente scomparso) Piero Terracina e Sami Modiano. “Abbiamo visto tanti video insieme ai nostri insegnanti” raccontano i ragazzi “e tantissime foto, abbiamo letto le testimonianze dei sopravvissuti e organizzato tutto il materiale. Poi abbiamo cercato di ricostruire le loro storie. Abbiamo montato i documenti in modo da dare un impatto emotivo più che storico”. E l’impatto c’è stato sicuramente, soprattutto quando sono incominciate a scorrere le immagini registrate durante uno dei viaggi della memoria organizzati dalla Provincia di Roma nel periodo della  giunta Zingaretti. In particolare la terribile e dettagliata descrizione di Slomo Venezia del funzionamento delle camere a gas e dei forni crematori. Successivamente sono intervenuti gli insegnanti per inquadrare meglio i fatti storici.

“Sono momenti importanti per la nostra comunità studentesca, ha commentato la Dirigente Scolastica professoressa Stefania Tinti, col passare degli anni piano piano gi ultimi testimoni oculari se ne stanno andando così il compito di trasmettere questa memoria spetta a noi e ai giovani. Per questo voglio premiare i ragazzi che si sono impegnati in questo progetto facendoli partecipare ad un viaggio della memoria che stiamo organizzando in rete con altre scuole e ho intenzione di invitare alcuni testimoni nella nostra scuola per un incontro con i ragazzi”. “E’ stata una belle esperienza per noi ragazzi poter mostrare ai nostri compagni qualcosa realizzato da noi su un tema così importante” concludono Matteo e Martina che sono stati i registi e gli sceneggiatori dell’evento.

Più informazioni su