Seguici su

Cerca nel sito

Riforma del Welfare, partito il ciclo di audizioni alla Pisana

Il Presidente Lena: "Dopo un'ampia fase di ascolto ad opera della Giunta abbiamo deciso di intraprendere un ulteriore percorso di confronto con tutti i soggetti coinvolti"

Più informazioni su

Il Faro on line – Partito oggi in VII commissione Politiche sociali e Salute del Consiglio regionale del Lazio il ciclo di audizioni sulla proposta di legge n. 88 “Sistema integrato degli interventi e dei servizi sociali della Regione Lazio”. “Dopo un’ampia fase di ascolto ad opera della Giunta – ha dichiarato il presidente Rodolfo Lena (Pd) – abbiamo deciso di intraprendere un ulteriore percorso di confronto con tutti i soggetti coinvolti, chiedendo un contributo puntuale rispetto all’articolato, al fine di licenziare un testo quanto più innovativo, efficace e condiviso”.Alla Pisana sono stati ascoltati i rappresentanti di: Afdel onlus (Associazione famiglie disabili “E. Litta”); Sinpia (Società italiana di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza Lazio); Cnca (Coordinamento nazionale comunità di accoglienza – Lazio); Social Pride; Forum delle Associazioni Familiari del Lazio.

Tra le principali integrazioni suggerite rispetto al testo della proposta di legge: un articolo aggiuntivo specifico su bambini e adolescenti con disagio psicologico; una maggiore attenzione alle politiche di prevenzione e alla programmazione dei servizi rispetto al tema delle dipendenze; un rafforzamento degli interventi a sostegno del disagio sociale legato alle nuove dipendenze, come quella da gioco d’azzardo; maggiore ricorso a politiche culturali per favorire l’integrazione sociale; eventuale revisione del sistema Isee come unico indicatore per stabilire il concorso delle famiglie (specie se numerose) ai costi delle prestazioni sociosanitarie. “Contiamo molto – ha spiegato Lena – sulla partecipazione attiva e responsabile di tutte le realtà che operano nel welfare del Lazio. Per questo motivo, l’Ufficio di presidenza della Commissione ha attivato un canale di comunicazione via email con tutte le parti interessate, al fine di consentire il tempestivo inoltro di richieste di incontro/audizione e l’invio di relazioni e documenti contenenti suggerimenti e proposte”.

Più informazioni su