Seguici su

Cerca nel sito

“Testa di Lepre, Montino poteva stanziare i fondi da vicepresidente della Regione”

L'intervento del consigliere comunale, Giovanna Onorati

Più informazioni su

Il Faro on line – “Il sindaco Montino su Testa di Lepre deve essersi perso un paio di passaggi. Primo: nel 2010, giunta di centrodestra, furono avviati i lavori di risanamento del primo stralcio primo lotto che comprendevano la ristrutturazione dell’acquedotto e la dorsale principale. Totale importo 1.3 milioni di euro stanziati dall’allora giunta Storace”. Lo dichiara il consigliere comunale Giovanna Onorati che spiega: “Quindi la sua affermazione ‘partiamo da zero’ è fuori luogo. Sarebbe stato più corretto dire: partiamo da uno e quell’uno è opera della precedente amministrazione. Due: quando afferma che ‘ciò poteva essere fatto negli anni scorsi attraverso un finanziamento regionale’, evidentemente parla a se stesso: chi è stato assessore regionale, vicepresidente della Regione Lazio e, dopo il caso Marrazzo, presidente reggente? L’attuale sindaco Montino o il consigliere comunale Giovanna Onorati? Se proprio a Testa di Lepre ci teneva perché non ha stanziato quei fondi quando ne aveva le competenze? Oggi il sindaco Montino non sta facendo che il proprio dovere. Anzi: invece di scrivere, se proprio ha a cuore la situazione di Testa di Lepre, perché non stanzia un fondo e agisce in danno di Arsial e Acea. La perdita di cui parla si riferisce a una condotta di 500 metri in via Mario Giovagnoli, intervenendo certo non rischia di andare fallito. L’acqua è un bene primario, ci sono famiglie che non ne vedono da sette mesi: questa situazione è vergognosa”.

Più informazioni su