Seguici su

Cerca nel sito

Vicenda Mof, il sindaco De Meo scrive al governatore Zingaretti

"La Regione Lazio individui soluzioni immediate per consentire il reperimento delle risorse economiche tali da poter soddisfare almeno le spettanze dei lavoratori"

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Sindaco di Fondi Salvatore De Meo ha inviato nella giornata di ieri una nota urgente al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti – trasmessa per conoscenza anche agli Assessori alle Politiche del Bilancio Alessandra Sartore, alle Attività Produttive e Sviluppo Economico Guido Fabiani e all’Agricoltura Sonia Ricci – per porre nuovamente all’attenzione della Regione Lazio la delicata vicenda in cui versa il MOF – Centro agroalimentare all’ingrosso di Fondi.
«Come ho più volte avuto occasione di informarla per iscritto – scrive De Meo – oltre alla paralisi di fatto dell’organo amministrativo della società di gestione, determinata dal precario quadro economico-finanziario in ragione del credito vantato nei confronti della Regione Lazio, da diversi mesi tale emergenza ha condizionato anche le attività ed i servizi essenziali del Centro con conseguenti stati di agitazione da parte delle rispettive manovalanze delle ditte che operano nei servizi di pulizia e guardiania».
Il Sindaco di Fondi ha poi fatto presente di aver auspicato in più occasioni che nelle more dell’arbitrato – ormai in via di definizione – la Regione Lazio potesse individuare soluzioni immediate per consentire il reperimento di risorse economiche tali da poter soddisfare almeno le spettanze dei lavoratori delle società che erogano servizi nel MOF, proponendo lo strumento dell’anticipazione che prevede il recupero successivo dell’anticipazione medesima o la relativa trasformazione in capitale sociale. Poiché tale soluzione non è stata presa in considerazione e non si è avuto alcun riscontro a riguardo, «in considerazione dell’aggravarsi della complessiva situazione del MOF – prosegue la nota del Sindaco – Le chiedo un incontro diretto ed urgente al fine di comprendere il ruolo che la Regione Lazio, nel breve e nel medio periodo, in qualità di azionista della società di gestione e della società di realizzazione del Centro, ma anche come Istituzione con competenze legislative ed amministrative per i mercati all’ingrosso, intende assumere nel merito per individuare soluzioni necessarie a scongiurare la paralisi delle attività di uno dei più grandi mercati ortofrutticoli d’Europa che costituisce una delle eccellenze della Regione Lazio e rappresenta il volano economico di una parte importante del territorio regionale, fonte di reddito per migliaia di famiglie del comprensorio».
In data odierna De Meo ha trasmesso ai Consiglieri regionali della provincia di Latina la nota inviata a Zingaretti, invitandoli a voler condividere tale esigenza e auspicando un interessamento diretto nei confronti del Presidente della Regione Lazio al fine di convocare l’auspicato incontro «al quale vi chiedo sin d’ora di prendere parte per la indubbia incidenza economica che la struttura di viale Piemonte assume a livello provinciale e regionale».

Più informazioni su