Seguici su

Cerca nel sito

“Impianto di compostaggio… rifiuti, ambiente e tasse”

Riceviamo e pubblichiamo una lettera del comitato Rifiuti Zero di Fiumicino. Domani a Maccarese incontro con i cittadini

Più informazioni su

Il Faro on line – Nella mattinata del 6 febbraio, una delegazione di Cittadini e dello scrivente Comitato, in assenza da parte di codesta amministrazione di riscontro alle numerose richieste inviate da giugno 2013 sino all’ultima del 30 gennaio scorso, si è recata presso l’impianto AMA di Maccarese per chiedere direttamente al responsabile in loco, notizie in merito al tipo di operazioni che vengono svolte all’interno dell’impianto stesso.

Come Voi Sindaco, Assessora e Consiglieri tutti sicuramente saprete è dal settembre 2010 che l’impianto di compostaggio aerobico AMA è stato autorizzato dalla Provincia di Roma a fungere da centro di trasferenza dei rifiuti organici provenienti da raccolta differenziata del Comune di Roma per 360 t/giorno, quello che forse a molti di Voi è invece sfuggito è l’enorme disagio che tali operazioni provocano ai Cittadini residenti in Viale dei Tre Denari e nelle zone circostanti.

In particolar modo i Cittadini residenti in viale dei Tre Denari subiscono pesantemente l’inquinamento atmosferico derivante dall’intenso transito dei camions AMA che, nel numero di oltre 60 al giorno, percorrono in andata e ritorno la strada provocando buche e dissesti del manto che rendono pericolosa la guida e il transito pedonale, già disagevole considerata la ridotta ampiezza della strada e l’assenza di qualsivoglia tipo di percorso pedonale protetto.

Sappiamo che con Decreto Dirigenziale n. 8083 del 9 settembre 2013 la Provincia ha prorogato di ulteriori nove mesi, quindi sino al 9 giugno prossimo, le operazioni di trasferenza da parte di AMA.
Ieri, nel corso dell’incontro con il Dr Mazzoni, abbiamo ricevuto alcune informazioni che hanno confermato le nostre ipotesi rispetto alla qualità del materiale in ingresso: è “organico”, come documentato dalle foto allegate alla presente, di pessima qualità derivane sia dalla raccolta porta a porta che da quella stradale di Roma. Abbiamo visto plastica e polistirolo spuntare dai camions e abbiamo fondato motivo di credere che sia presente anche altro genere di frazione, tant’è che ci è stato confermato dal Dr Mazzoni che questo “organico” dovrà essere ripulito prima di essere avviato al trattamento di compostaggio.

Ciò significa molto semplicemente che il sacchetto biodegradabile, che da gennaio di quest’anno con tanta giusta attenzione viene preparato dai residenti di viale dei Tre Denari, è mischiato al rifiuto organico della raccolta stradale, con l’unico risultato di sporcare tutto il materiale e doverlo sottoporre a nuovo processo di differenziazione, operazione che verrà pagata per l’ennesima volta da noi cittadini, anche da quelli di viale dei Tre Denari.

Sorvolando in questa nota sui costi di questa operazione che ricadono inevitabilmente sui Cittadini contribuenti, siamo preoccupati che tale situazione possa essere ulteriormente prorogata e abbattersi in maniera ancor più devastante sui Cittadini nella prossima estate.
Chiediamo quindi che il Sindaco a nome del Consiglio faccia da subito presente il parere contrario ad una eventuale ulteriore proroga delle operazioni di trasferenza, proroga che oltre a risultare insostenibile per i cittadini e per il territorio inficerebbe il successo del processo di cambiamento del ciclo dei rifiuti a Fiumicino che auspichiamo venga completamente messo in campo al più presto.

Comitato Rifiuti Zero

Domani 8 febbraio alle ore 16.30 a Maccarese, Sala comunale via del Buttero, si terrà un’assemblea, prima di una serie di assemblee territoriali,  sul tema Rifiuti-Salute-Ambiente … e tasse, “Illustreremo uno studio sull’andamento della raccolta differenziata nel comune di fiumicino per il 2013, anche in relazione all’importo sulla tassa per il 2014 che, stante l’attuale situazione, si annuncia ancora in salita, indigeribile e che si assomma al costo dell’evasione fiscale che ogni onesto cittadino si deve sobbarcare”.

Più informazioni su