Seguici su

Cerca nel sito

Acquarelli: “C’è una strategia di destabilizzazione”

Di Fiori: "Solidarietà al consigliere. Le forze dell'ordine facciano luce"

Più informazioni su

Il Faro on line – “E’ stata messa benzina davanti alla serranda: io stesso ho spento le poche fiamme che c’erano, tanto che i vigili del fuoco sono arrivati ma dopo poco sono andati via perché non c’era bisogno di un loro intervento”. E’ il racconto del consigliere comunale di Ardea Fabrizio Acquarelli in riferimento all’attentato incendiario della scorsa notte che ha colpito la sua attività commerciale in viale Nuova Florida. “I danni avuti – prosegue – sono stati l’annerimento della serranda e del tetto d’ingresso. Al di là di questo, comunque rimane l’atto intimidatorio che sembra essere il disegno di una strategia di destabilizzazione contro l’amministrazione comunale. Mi viene da pensare alla campagna elettorale del 2007 quando nei miei confronti, alla mia prima candidatura, fui bersagliato da atti ‘intimidatori’ blandi, con uova tirate sulle serrande del mio bar. Sembra una strategia che qualcuno sta facendo da tempo. Ringrazio il comandante della tenenza di Ardea il luogotenente Antonio Landi, al maggiore Ugo Floccher e il colonnello Luciano Magrini che questa mattina sono venuti qui per accertarsi dei fatti. Sono fiducioso nell’operato delle forze dell’ordine, presto assicureranno alla giustizia gli autori di questi disegni criminosi”.

“Per uno strano gioco di coincidenze, nell’ultimo periodo ogni qualvolta c’è una convocazione della Commissione regionale sulla sicurezza – poi rinviata da parte della Regione – c’è un atto intimidatorio. Sono convinto come le forze dell’ordine arriveranno a capo di questo orribile disegno. A Fabrizio Acquarelli e alla sua famiglia tutta la solidarietà dell’amministrazione comunale”, ha detto il sindaco di Ardea Luca Di Fiori.

Più informazioni su