Seguici su

Cerca nel sito

Sicurezza, riflettori accesi sul Consiglio comunale

Il Procuratore Generale: "Gli ultimi fatti criminali chidedono com maggior impegno di organizzare e far giungere in loco maggior uomini e mezzi”

Più informazioni su

Il Faro on line – Si è svolta la Commissione parlamentare antimafia alla quale ha partecipato il procuratore generale antimafia, Giuseppe  Pignatone, il quale su specifica domanda del vicepresidente della commissione, Claudio Moscardelli (ben conosciuto ad Ardea per i rapporti di amicizia che lo legano al consigliere Antonino Abate e per aver partecipato lo scorso novembre alla fiaccolata per la legalità ad Ardea), ha specificatamente chiesto al Procuratore Generale se Ardea dopo gli attentati incendiari può ritenersi una città in cui la mafia potrebbe prendere piede. L’alto giudice, non ha ne confermato ne smentito, ma ha detto: “la regione Lazio non può essere paragonata a quelle regioni come la Campania, la Sicilia, la Calabria e per certi versi la Puglia, pur restando alta l’attenzione per questa piaga quale è la mafia.  Non posso negare – prosegue il Procuratore Generale – che gli ultimi fatti criminali (indubbiamente riferiti ad Ardea) ci abbiano portato a una decisione di attuazione con maggior impegno e anche a organizzare la possibilità di far giungere in loco maggior uomini e mezzi”. 

Del resto le interrogazioni parlamentari sono state tante e bipartisan, oltre al fatto che lo stesso Presidente del Senato Pietro Grasso ha invitato per ben due volte in Senato il giornalista rutulo, vittima di ben quattro attentati incendiari. La storia di questi tristi fatti è finita anche all’Onu.
Ora si attende soltanto il Consiglio comunale del 20 febbraio chiesto dalle opposizioni  e dalla rete delle associazioni per discutere sulla legalità ad Ardea. Un Consiglio che come hanno scritto già i richiedenti il punto all’ordine del giorno è “annacquato” solo per sminuirne l’importanza, insomma già per alcuni si annuncia un consiglio farsa dove tra l’altro a differenza del consiglio della vicina Aprilia non sarà presente il Prefetto di Roma ma sembra soltanto i vertici dei comandi provinciali delle varie forze di polizia.

Intanto la commissione legalità della regione Lazio ha convocato per lunedì 17 prossimo i sindaci dei comuni di Pomezia, Ardea, Aprilia, Anzio e Nettuno per essere ascoltati sui problemi della legalità e della delinquenza che sembra prendere sempre più piede sulla costa.

Luigi Centore

Più informazioni su