Seguici su

Cerca nel sito

Sicurezza, Sindaco partecipa adlla Commissione consiliare regionale

"I nostri vigili sono troppo pochi, bisogna trovare soluzioni anche d'intesa con le amministrazioni vicine"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Nella commissione regionale Sicurezza e nell’assessore regionale Concettina Ciminiello ho individuato validissimi interlocutori per discutere con serietà delle questioni legate alla sicurezza della città di Ardea. Sia nel presidente Baldassarre Favara sia Concettina Ciminiello hanno assicurato la loro presenza per il consiglio di domani e questo porterà i lavori d’aula ad essere ancor più di elevato spessore”. Lo ha detto il sindaco di Ardea Luca Di Fiori parlando a margine della Commissione consiliare regionale Affari costituzionali, statutari, enti locali e risorse umane presieduta da Baldassarre Favara. L’attività della commissione si è concentrata sullo stato della sicurezza sul litorale romano. Il sindaco di Ardea ha chiesto ulteriori fondi regionali per implementare il servizio della polizia locale con un terzo turno, una sala operativa e nuove auto. Questa richiesta ha ottenuto un particolare interesse da parte della Regione.

“I nostri vigili sono troppo pochi, bisogna trovare soluzioni anche d’intesa con le amministrazioni vicine e con i loro corpi di polizia locale”, ha detto il sindaco. Di Fiori ha citato anche le richieste di aumento di personale che il Comune ha fatto sia per i carabinieri sia in merito alla richiesta, avanzata al ministero dell’Interno, di un distaccamento della polizia stradale. “Forse stiamo dando fastidio a qualcuno”, ha proseguito in merito alle intimidazioni che stanno colpendo da diverso tempo esponenti politici e delle realtà sociali del territorio. Ha riepilogato gli impegni assunti per definire la questione dell’uso civico delle Salzare: “E’ dal 1923 che si trascina questa vicenda legata ai 706 ettari di patrimonio dello Stato. Su questi grazie al Decreto del Fare il Comune vuole avviare una pratica di alienazione delle aree”, ha aggiunto. Il sindaco, infine, ha chiesto di poter accedere al fondo che permette le demolizioni degli immobili abusivi. “Siamo tra i pochi Comuni d’Italia che demolisce – ha spiegato – e questo è per noi un fiore all’occhiello. Abbiamo bisogno però di soldi per farlo: finora abbiamo restituito il mare ai turisti anticipando con fondi di bilancio comunale tutti i soldi necessari”.

Più informazioni su