Seguici su

Cerca nel sito

Furti al Poliambulatorio della Asl, smascherati i responsabili

In tre occasioni asportati gli incassi giornalieri dei ticket per un danno complessivo di circa 30mila euro. In manette unpregiudicato di 39 anni e un 61enne

Più informazioni su

Il Faro on line – A conclusione di una complessa attività investigativa, i Carabinieri della Stazione di Ostia Antica hanno smascherato i responsabili dei furti ai danni dell’ASL RM/D.

Negli ultimi mesi, i ladri avevano preso di mira il poliambulatorio dell’ASL romana di via delle Saline a Ostia Antica, riuscendo ad asportare, in ben tre occasioni, gli incassi giornalieri dei ticket, relativi alle prestazioni sanitarie, con un danno complessivo per l’azienda di circa 30mila euro.

Volta per volta, i ladri non avevano lasciato alcuna traccia ed erano riusciti a farla franca.

A seguito dell’ultimo furto consumato nel mese di febbraio scorso, i Carabinieri di Ostia Antica, con la collaborazione di personale della società di Vigilanza Italpol, (accreditata dalla ASL RM/D per l’esercizio di vigilanza all’interno delle strutture sanitarie di Roma e Provincia), avevano intensificato i controlli soprattutto nelle ore notturne.

Ieri sera, alle ore 20:30 circa, durante un controllo di routine presso il poliambulatorio, l’attenzione dei Carabinieri è stata attratta dalla finestra posteriore aperta e dagli strani movimenti all’interno degli uffici. I militari hanno subito intuito che probabilmente era in atto l’ennesimo furto per cui, fatta irruzione nella struttura, hanno sorpreso un uomo che, con il volto travisato da un passamontagna, stava scardinando la cassetta di sicurezza, col  chiaro intento di asportarne il contenuto. L’uomo è stato subito bloccato e identificato per B.V., pregiudicato 39enne di Olevano Romano che, sottoposto a un’accurata perquisizione, è stato trovato in possesso di un telefono cellulare collegato da 25 minuti con un’utenza intestata ad un complice, risultato poi essere L.R.F. 61enne romano, senza fissa dimora.

Quest’ultimo è stato rintracciato poco dopo in un appartamento di via delle Ebridi a Ostia;  sotto la sua abitazione, gli investigatori hanno trovato l’auto che aveva appena utilizzato per tornare a casa, una Fiat Punto di proprietà del ladro sorpreso in flagranza. Durante la perquisizione, L.R.F. è stato trovato in possesso di oltre 3000 euro in banconote da vario taglio, somma della quale non ha voluto riferire la provenienza, per cui è stata sequestrata, in quanto ritenuta provento dell’attività illecita.

In seguito i Carabinieri hanno perquisito anche l’abitazione di B.V. a Olevano Romano, dove hanno rinvenuto e sequestrato oggetti pertinenti ai reati, tra cui un elenco riportante decine di obbiettivi già “visitati”, altri in procinto di “colpire” ed altri ancora con le indicazioni di obiettivo da non colpire perché “munito di allarme”.

I due ladri sono stati arrestati con l’accusa di furto aggravato in concorso e, questa mattina saranno processati nelle aule del Tribunale di Roma con rito direttissimo.

Le indagini finora condotte hanno permesso di avvalorare, nei confronti dei due arrestati, la responsabilità dei furti presso il poliambulatorio di via delle Saline mentre sono ora in corso ulteriori indagini,  finalizzate ad accertare il loro coinvolgimento in merito ad altri fatti delittuosi analoghi.

Più informazioni su