Seguici su

Cerca nel sito

Il Porto turistico e la revoca della concessione

Un esponente del Pd utilizza il sociale per dare la notizie. Ma non c'è nulla di ufficiale

Più informazioni su

Il Faro on line – Si sa, su facebook di baggianate se ne leggono tante. Le cosiddette “bufale” virtuali. Ma a volte è anche lo strumento per avere notizie in anteprima, qualora fossero confermate. Quello che ci ha colpito in modo particolare è la dichiarazione di un attivista del Pd sotto il link del nulla osta al nuovo porto commerciale, pubblicato sul social network, dal presidente del consiglio comunale di Fiumicino. In sostanza sotto l’annuncio è nato un dibattito su quanti porti e porticcioli avrebbe il nostro territorio e alla domanda: “che fine ha fatto il porto della Concordia?”, la risposta dell’esponente democratico è stata: “Montino ha chiesto la revoca della concessione, stiamo attendendo notizie dalla Regione”. Commento che ha avuto anche il “mi piace” del presidente del consiglio comunale.

Una notizia decisamente inaspettata, sempre se verrà confermata. La città era in attesa degli “sblocchi” per le diatribe giudiziali tra le ditte che stavano effettuando i lavori. E i cittadini assistono con pazienza al degrado che versa tutta l’area su cui dovrebbe sorgere il porto turistico più grande del Mediterraneo, perché consapevoli che la giustizia in Italia ha i suoi tempi. Tempi però che dovevano terminare con lo sblocco del fermo e la ripartenza dei lavori. Se invece il sindaco di Fiumicino ha effettivamente chiesto la revoca della concessione, perché lo ha fatto? Fiumicino non ha più bisogno di un porto turistico? Ha deciso da solo? Ha deciso con una riunione della sua maggioranza? Eppure fu proprio Montino in rappresentanza all’epoca della Regione Lazio ad essere uno dei protagonisti della posa della prima pietra.

Forse l’esponente Pd ha voluto solo fare uno scherzo agli amici o forse ha anticipato una notizia per adesso tenuta sotto chiave dai vertici di via Portuense. Rimane il fatto che, qualora la notizia fosse vera, la cittadinanza si aspetta di conoscere nei dettagli perché il Sindaco Esterino Montino ha chiesto la revoca di una concessione che la città di Fiumicino ha impiegato vent’anni per ottenerla.
C.M.

Più informazioni su