Seguici su

Cerca nel sito

Le incisioni di Salvator Rosa all’Istituto nazionale per la Grafica

Roma - Appuntamento dal 10 aprile al 29 giugno

Più informazioni su

Il Faro on line – L’Istituto nazionale per la Grafica dedica per la prima volta una mostra monografica all’opera grafica di Salvator Rosa (Napoli, 21 luglio 1615 – Roma, 15 marzo 1673) esponendo il proprio patrimonio di matrici, stampe e disegni dell’artista napoletano.
90 acqueforti, 30 matrici, 10 disegni, vengono offerti all’attenzione del pubblico e degli studiosi negli spazi espositivi del Museo dell’Istituto in via della Stamperia. Accanto alle opere di Rosa, 5 volumi, 5 documenti autografi, prestati dalla Biblioteca nazionale centrale di Roma, dalla Biblioteca nazionale di Napoli, dalla Biblioteca dell’Accademia dei Lincei e Corsiniana, e dalla Biblioteca dell’Istituto di Archeologia e Storia dell’Arte, documentano momenti e temi biografici dell’artista. Sono esposte anche 2 incisioni di Jusepe de Ribera e 2 incisioni di Filippo Napoletano.
Oltre al Codice Rosa di cui si ricostruisce la storia e si avanzano nuove interpretazioni (taccuino o album) sono esposti il bozzetto, la matrice e la stampa de La Caduta dei giganti, il Genio di Salvator Rosa e  Alessandro Magno nello studio di Apelle. Esposte anche le 62 figurine e tutte le acqueforti di medio e grande formato.
“Una mostra articolata – dichiara Maria Antonella Fusco, dirigente dell’Istituto nazionale per la Grafica – che l’Istituto nazionale per la Grafica organizza in vista delle celebrazioni per i 400 anni dalla nascita di Salvator Rosa”.

Il catalogo, in italiano e in inglese, a cura di Maria Rosaria Nappi, contiene saggi critici sulla figura dell’artista con collegamenti all’ambito culturale nel quale operava, e pubblica documenti inediti sulla sua attività incisoria.

Gli altri autori del volume sono: Grazia Pezzini Bernini, già responsabile del Laboratorio di Restauro della carta dell’Istituto nazionale per la Grafica; Gian Giotto Borrelli, docente di Storia dell’Arte dell’Università di Suor Orsola Benincasa; Giuseppe Trassari, responsabile del Laboratorio di Diagnostica per le matrici dell’Istituto, insieme a Lucia Ghedin e a Luigi Zuccarello.

Alla mostra saranno collegate iniziative didattiche, incontri, eventi spettacolari, il cui calendario sarà pubblicato e aggiornato sul sito dell’Istituto: www.grafica.beniculturali.it.

Periodo espositivo: dal 10 marzo al 29 giugno 2014
Sede: Museo dell’Istituto, via della Stamperia 6, Roma
Orari di visita: dalle 9,00 alle 19,00 tutti i giorni escluso il lunedì. 
Ingresso libero
Catalogo: Gangemi Editore.

Ufficio Stampa Istituto nazionale per la Grafica       
Responsabile Angelina Travaglini    
con la collaborazione di Roberta Ricci                       
cell. 334.6842173
angelina.travaglini@beniculturali.it
in-g.ufficiostampa@beniculturali.it

www.grafica.beniculturali.it

Più informazioni su