Seguici su

Cerca nel sito

Pulizia di caditoie, fossi e cigli stradali: scatta l’ordinanza del sindaco

Per chi non si adegua multe fino a 500 euro

Più informazioni su

Il Faro on line – Prevenire allagamenti dovuti a ostruzioni e incuria: è con quest’obiettivo che il Sindaco di Fiumicino Esterino Montino ha firmato un’ordinanza che obbliga i proprietari degli immobili (frontisti) posti lungo le strade alla manutenzione e alla pulizia di fossi, caditoie per le acque piovane, cigli, alvei e sponde dei corsi d’acqua.

In particolare l’ordinanza impone di provvedere ai seguenti interventi:
1)      Spurgo dei fossi e delle caditoie, con rimozione di qualsiasi tipo di ostruzione, anche temporanea, che possa deviare od ostacolare il corretto deflusso delle acque meteoriche;
2)      Ripristino dei fossi di scolo eventualmente abbandonati o inefficienti, e realizzazione, qualora fosse necessario, di ulteriori fossi per consentire il regolare deflusso delle acque che si raccolgono a monte dei fondi, anche se provenienti da terreni di altra proprietà;
3)      Profilamento, ridimensionamento, spurgo e pulizia del fondo e delle sponde dei canali di scolo o corsi d’acqua in genere, adiacenti alle pubbliche vie, di modo da conservare la sezione e le pendenze normali di progetto;
4)      Realizzazione di idonee griglie di smaltimento all’interno delle proprietà, onde evitare riversamento incontrollato delle acque meteoriche sulle strade adibite al pubblico transito, tenendo inoltre conto che le eventuali occultazioni dei canali di smaltimento vengono consentite solo per piccoli tratti (attraversamenti pedonali e carrai) mediante la posa in opera di idonee tubazioni rese ispezionabili;
5)      Taglio delle erbe infestanti cresciute negli alvei e lungo le sponde dei fossi e corsi d’acqua;
6)      Taglio delle siepi e dei rami che si protendono sul suolo pubblico di modo da non restringere o danneggiare le strade e non creare pericoli per la circolazione;
7)      Restauro e manutenzione delle ripe e dei muri di sostegno dei fondi laterali alle vie pubbliche di modo da impedire franamenti e conseguenti ingombri dei fossi e canali di scolo.
Chiunque contravverrà a tali disposizioni sarà passibile di sanzioni amministrative che vanno fino a 500,00 euro.

“Ho riscontrato – ha dichiarato il sindaco del Comune di Fiumicino Esterino Montino – la necessità di evitare, come accaduto di recente a Isola Sacra, che gli allagamenti contribuiscano a danneggiare i manti stradali, arrecando disagio alla cittadinanza e compromettendo sia le regolari attività commerciali, sia la sicurezza della viabilità. Quest’ordinanza obbliga tutti i proprietari di fondi laterali, o che in qualche modo immettano acque meteoriche non regimentate sulle strade, e tutti i proprietari frontisti di fossi, caditoie e cigli stradali a provvedere all’esecuzione di determinati interventi precauzionali”.

Più informazioni su