Seguici su

Cerca nel sito

Notturni: “Rischio idrogeologico: che fine ha fatto il Consiglio straordinario?”

Ad oltre due mesi dalla devastante alluvione del 31 gennaio scorsoche ha colpito il municipio X non è ancora stata calendarizzata la seduta del parlamentino lidense

Più informazioni su

Il Faro on line – “In attesa di ricevere l’aiutino di 1.700 euro come contributo dopo la devastante alluvione del 31 gennaio scorso, resta gravissimo l’atteggiamento della maggioranza che guida il municipio X che non si è ancora decisa a convocare il previsto quanto necessario Consiglio straordinario sul rischio idrogeologico”. Lo dichiara in una nota Giulio Notturni, capogruppo della ListaMarchini del Municipio X di Roma Capitale. “La seduta consiliare fissata per l’11 marzo scorso – prosegue – fu annullata ‘per motivi organizzativi’. La notizia fu accolta con sconcerto dai cittadini e dai comitati che dopo quel terribile nubifragio attendevano con ansia questo fondamentale momento di confronto politico. A quanto pare a causare l’annullamento il mancato, ‘distratto’ invito a partecipare all’assessore all’ambiente della Regione Lazio, Fabio Refrigeri, o forse, a pesare fu la notizia del rinvio a giudizio della presidente del Consorzio di bonifica Tevere e Agro romano, per omicidio colposo e inondazione, in riferimento all’alluvione dell’ottobre 2011 che provocò la morte di un cittadino cingalese all’Infernetto”.

“Fatto sta – continua Notturni – che il Consiglio non è ancora stato calendarizzato: un atteggiamento di sottovalutazione e sciatteria di un problema che interessa centinaia di famiglie del nostro territorio. Il 19 febbraio scorso al centro anziani ‘Lo scariolante’ di Ostia antica i comitati di quartiere si sono incontrati per discutere della sicurezza idraulica ma se le amministrazioni non intervengono tavoli e convegni servono purtroppo a ben poco! Eppure il 17 ottobre 2013 è stato pomposamente istituito un ‘tavolo tecnico permanente tra l’assessorato alle infrastrutture, politiche abitative e ambiente della Regione Lazio, il X Municipio di Roma Capitale, il Consorzio di bonifica Tevere e agro romano, la direzione infrastrutture, politiche abitative e ambiente, quella dell’area pianificazione della protezione civile della Regione Lazio e l’Agenzia regionale per la difesa del suolo sul rischio idrogeologico nel territorio del X Municipio di Roma Capitale’. Ma adesso, di questa famosa ‘cabina di regia’, cosa ne è stato?”, conclude il consigliere Notturni.

Più informazioni su