Seguici su

Cerca nel sito

Alitalia: Uiltrasporti e Anpac disponibili a trattare. “Ma basta con i ricatti”

Sotto accusa l'autoriduzione dei propri compensi per la delicata attività addestrativa e di controllo chiesta a circa 100 comandanti

Più informazioni su

Il Faro on line – Il Segretario Nazionale del Trasporto aereo della Uiltrasporti Marco Veneziani e il 
Presidente dell’ANPAC Giovanni Galiotto in una nota rendono noto “La UILTRASPORTI e l’ANPAC sono disponibili a discutere con ALITALIA sul prossimo piano congiunto con Etihad ma stigmatizzano e rifiutano ogni tentativo di parte aziendale di porre in atto azioni unilaterali o
ricattatorie” 

“E’ di queste ore una comunicazione di Alitalia – continua la nota – a circa 100  Comandanti Istruttori e Controllori nella quale ” si richiede ” una autoriduzione dei propri  compensi per la delicata attività addestrativa e di controllo che loro svolgono per conto  dell’azienda e dell’Autorita’ competente (ENAC)”. “Ricordiamo che la categoria dei Piloti ha già nel mese scorso contribuito alle finanze aziendali con un pesantissimo accordo sulla solidarietà che sta generando risorse aggiuntive per circa 40 milioni di euro”.

Veneziani e Galiotto nella nota concludono – “Se l’azienda si comporterà in modo corretto, tutti i Piloti che, peraltro, hanno già pagato contributi altissimi nella tormentata storia di Alitalia, ivi inclusi 850 posti di lavoro perduti nel 2008, sono comunque pronti a favorire le condizioni utili al buon esito della trattativa con Etihad”.

Evidenzia poi il Segretario Nazionale Uiltrasporti Marco Veneziani “Nonostante il senso di responsabilità finora dimostrato dal personale di terra, dagli assistenti di volo e dai piloti, nell’accettare riduzioni salariali e di Cig appare incomprensibile che Alitalia tenti unilateralmente e senza alcun confronto sindacale di costringere i propri Piloti, più qualificati, ad una ulteriore mortificazione che peraltro genererebbe un risparmio irrisorio”.

Più informazioni su