Seguici su

Cerca nel sito

Ardea, il Consiglio approva l’odg sulla questione-Torri

Diffidata la proprietà a eseguire tutte le opere necessarie per l'immediata messa in sicurezza della zona

Più informazioni su

Il Faro on line – Il consiglio comunale di Ardea ha approvato un ordine del giorno con il quale impegna il sindaco a utilizzare “tutti gli strumenti istituzionali che derivano dalle sue competenze” per “diffidare la proprietà in essere del complesso ‘Le Torri’ a eseguire tutte le opere necessarie per l’immediata messa in sicurezza della zona, richiamandone la responsabilità per ogni conseguenza possa derivare dall’attuale stato, sia sotto il profilo della pubblica sicurezza sia sanitario”.

L’atto è stato approvato all’unanimità dei presenti. L’ordine del giorno, nelle sue premesse, ricorda che lo scorso 31 gennaio si è svolto un sopralluogo alle Torri al quale “ha partecipato il giudice che segue la vicenda, Sandra Cassoni” e che “all’incontro, organizzato su invito del Comune di Ardea, oltre al sindaco Luca Di Fiori, erano presenti anche il comandante della compagnia dei carabinieri di Anzio, Ugo Floccher, il luogotenente della tenenza di Ardea Antonio Landi, il sostituto commissario del commissariato della polizia di Stato di Anzio Carmen Canta, il comandante della polizia locale di Ardea, il colonnello Giuseppe Sciaudone, funzionari della Asl di Pomezia, dell’Idrica, il dirigente della banca e l’avvocato dello stesso istituto di credito, il dirigente dell’area urbanistica del Comune, Luca Scarpolini e il geometra comunale Mauro Rossi”.

Nel corso del dibattito d’aula è stato stabilito che i capigruppo e il sindaco parteciperanno insieme ai cittadini a una riunione – che sarà organizzata nell’arco di dieci giorni – per illustrare i passi effettuati.

Più informazioni su