Seguici su

Cerca nel sito

La cultura e la valorizzazione del territorio, vera alternativa al monosviluppo industriale

Antonio Cozzolino M5S Civitavecchia risponde al Presidente della Società Storica Civitavecchiese

Più informazioni su

Il Faro on line – DA Antonio Cozzolino, Candidato Sindaco Movimento 5 Stelle, riceviamo e pubblichiamo. “Ho letto con interesse la lettera del presidente della Società Storica Civitavecchiese e le sue proposte per un manifesto per il rilancio della cultura a Civitavecchia: ovviamente non posso che condividere il suo appello alla valorizzazione della cultura e del patrimonio archeologico che la nostra città possiede. Credo però, che oltre ai giusti obiettivi che l’associazione culturale cittadina propone ai nuovi amministratori, ci debba essere la ferma convinzione nel puntare su interventi strutturali e sostenibili per rimettere in moto il mercato del lavoro e rendere la cultura un’occasione di crescita e sviluppo anche economico; quindi una parte della vita della città non più demandabile alla sola seppure encomiabile iniziativa dei volontari.

E’ necessario valorizzare i talenti di Civitavecchia, quei tanti giovani che dopo la laurea lasciano la nostra città in cerca di un lavoro dignitoso e oltre i confini della mono offerta industriale che da oltre sessanta anni ci tiene in pugno. Ma le passate amministrazioni sono sempre state assenti riguardo la valorizzazione del patrimonio culturale della città o addirittura artefici della sua distruzione. Ricordo, per fare un esempio, che solo l’impegno delle associazioni ambientaliste e di tanti cittadini ha salvato la costa e la pineta della Frasca con le sue ville romane e il porto canale dalla cementificazione e da quella diabolica opera denominata Terminal Asia, fiore all’occhiello dell’amministrazione Moscherini sia da Presidente dell’Autorità Portuale che da Sindaco.

Oggi vedo con piacere che finalmente dopo oltre dieci anni, l’Autorità Portuale ha capito che quella scelta non era vincente e che invece si punta sulla valorizzazione e la riscoperta del passato proprio alla Frasca. Gli scavi archeologici, che stanno procedendo speditamente in questi giorni, restituiscono un patrimonio di straordinaria bellezza ed interesse culturale e sono la dimostrazione che la cultura può davvero essere la nostra marcia in più. Il ruolo della cultura è infatti quello di contemperare le esigenze di tutti, cittadini, famiglie e commercianti, e certamente giovani. Perché non solo con essa si mangia ma si respira in quanto ossigeno per la mente; ma deve esserci per forza di cose programmazione, completamente assente a Civitavecchia, per mancanza di volontà politica e di linee guida. Civitavecchia ha assoluto bisogno di una programmazione culturale capace di intrecciare la complessità sociale e la potenzialità economica legati al suo straordinario patrimonio archeologico e monumentale.

La cultura nella nostra città non è stata mai pensata come una risorsa economica, produttiva e come occasione di creazione di posti di lavoro legati all’enorme flusso di croceristi che transita per lo scalo portuale, vero volano dell’economia civitavecchiese, ma solo come organizzazione spot di eventi e manifestazioni completamente prive di un serio progetto politico culturale. La vera rivoluzione culturale per Civitavecchia e per l’economia cittadina non è solo la realizzazione degli obiettivi della Società Storica ma il turismo culturale, unica risorsa e alternativa ad una economia stantia e che provoca oltretutto danni alla salute dei cittadini e all’ambiente che deve invece essere organizzato e venduto come un vero e proprio prodotto locale, al pari di un prodotto tipico. Perché il patrimonio che abbiamo noi lo abbiamo solo noi e nessun altro nel circondario.

E per promuoverlo la prima cosa da fare è farlo scoprire ai cittadini che solo così conosceranno Civitavecchia, la ameranno e la difenderanno, diventando i migliori promoter della loro città e delle sue ricchezze. Dopo sarà semplice intercettare i tanti turisti che vagano per la città senza meta sia intervenendo sull’organizzazione dei pacchetti turistici direttamente a Miami e sulle compagnie armatrici, sia posizionando veri box informativi al porto e nel centro storico. Il Movimento 5 Stelle, una volta vinte le elezioni, farà di tutto per mettere al centro della nostra giovane amministrazione la cultura e la valorizzazione del nostro straordinario patrimonio archeologico, artistico e culturale”.

Nella foto: resti di villa romana alla Frasca, foto di Luciano Damiani

Più informazioni su