Seguici su

Cerca nel sito

“L’economia del mare è l’unica salvezza per il nostro paese”

Il 24 aprile, allo Yacht Med Festival, si parlerà di sicurezza in mare, di portualità turistica, di pesca, di sport, di economia e di opportunità per pubblici e privati

Più informazioni su

Il Faro on line – “Siamo la prima regione d’Italia  per quanto riguarda l’economia del mare: 6 miliardi e mezzo di euro prodotti, oltre 112.000 occupati, oltre 34.000 imprese ed un mercato crocieristico che vede circa 2 milioni e mezzo di passeggeri ogni anno”.
È con questi dati che Nicola Zingaretti, il Presidente della Regione Lazio, ha presentato la settima edizione dello Yacht Med Festival di Gaeta. La fiera, tra le più importanti d’Italia per quanto riguarda l’economia del mare, avrà luogo quest’anno dal 24 aprile al primo maggio.

“Nonostante la crisi entro la quale Italia ed Europa si stanno muovendo – Ha affermato il sindaco di Gaeta Cosimo Mitrano – Lo Yacht Med Festival è riuscito a raggiungere la sua settima edizione. Questo dimostra che il nostro è un modello assolutamente vincente”.

L’economia del mare è l’unica salvezza per il nostro paese, hanno continuato i relatori della presentazione tra cui il presidente della Camera di Commercio Latina e organizzatore dello Yacht Med Festival Vincenzo Zottola, “Questo settore può e deve raggiungere una posizione strategica in Italia e nel Lazio”.

La scorsa edizione della grande fiera ha visto ben 210.000 visitatori, 28.300 operatori coinvolti e 16 milioni di euro di indotto, ed è questo che ha portato a riconfermarla come grande evento.
In un grande spazio espositivo, infatti, saranno rappresentati tutti i settori legati all’economia marittima: nautica, portualità turistica e commerciale, logistica e trasporti, pesca, formazione, innovazione, ambiente, sport, turismo, editoria, musica, agroalimentare, arte, cultura, artigianato e via dicendo.

Nell’ambito della presentazione della fiera, inoltre, il Presidente ha illustrato le tre linee strategiche con cui la Regione intenderà intervenire sull’economia del mare.
La prima riguarda un riassetto della governance con l’istituzione della Cabina di Regia dell’economia del mare, finalizzata a coordinare le diverse politiche sul litorale; è poi stata approvata in giunta la proposta di legge regionale per Roma Capitale che prevede per i comuni del Lazio il decentramento in materia di concessioni marittime, fluviali e lacuali; nei prossimi novanta giorni, infine, sarà presentato un nuovo pacchetto di semplificazioni per il mare: una proposta di piano di utilizzazione degli arenili (Pua), per rendere fruibile il litorale durante tutto l’anno, favorendo la destagionalizzazione delle attività.

La seconda linea strategica, quella “centrale” e sui cui si è maggiormente soffermato il Presidente, riguarda l’internazionalizzazione dell’intera filiera della blu economy, con due obiettivi: quello di sostenere le imprese laziali all’estero con la partecipazione del Lazio a fiere internazionali come Genova, Cannes e Francoforte; quello di promuovere l’export della cantieristica navale per imbarcazioni e accessori; e quello di aiutare le imprese a riposizionarsi sul mercato, organizzando reti – come quella tra i borghi più belli del Mediterraneo, che con un protocollo d’intesa tra comune di Latina e l’associazione ‘I Borghi più belli d’Italia’ intenderà favorire un collegamento tra le variegate culture che circondano il Mar Mediterraneo – migliorando le infrastrutture e promuovendo una nuova offerta di servizi sul territorio.

“Il bilancio dell’anno 2012 prevedeva la completa assenza di fondi destinati all’internazionalizzazione – ha affermato Nicola Zingaretti – mentre l’anno scorso, per questo settore, sono stati stanziati ben 500 milioni di euro; stiamo promuovendo importanti bandi finalizzati ad aiutare le imprese di settore non solo ad andare all’estero e quindi acquisire competitività, ma anche e soprattutto a ristrutturarsi qui”.

La terza linea strategica, infine, vede un posizionamento di 24 milioni di euro nel prossimo triennio, finalizzati a interventi dei Comuni per la valorizzazione economica degli oltre settemila chilometri del litorale laziale e la valorizzazione delle opere pubbliche. Sono inoltre stati bloccati altri 7 milioni di euro per permettere ai Comuni di ultimare le riqualificazioni del litorale sospesi durante la precedente amministrazione, come ad esempio la pedonalizzazione di Anzio, Cerveteri e Formia, e il completamento delle piste ciclabili a Fregene e Ladispoli.

Allo Yacht Med Festival si parlerà di sicurezza in mare, di portualità turistica, di pesca, di sport, di economia e di opportunità per pubblici e privati; si terranno inoltre una serie di iniziative centrali nel panorama della nautica: i Secondi Stati Generali delle Camere di Commercio sull’economia del mare; il quinto Convengo Nazionale degli istituti nautici; il secondo Salone della Portualità Turistica del Mediterraneo e la seconda conferenza di Sistema delle Assonautiche d’Italia; il lancio ufficiale del secondo manifesto dell’Economia del Mare e l’Assemblea Generale dei soci della Lega Navale Italiana.

“Molti settori, a causa della recessione che stiamo vivendo, non hanno resistito – Ha concluso Nicola Zingaretti – Mentre quello della nautica si. Per questo la fiera conserva un notevole valore culturale, amministrativo ed economico. E per questo è importante continuare a mantenere uno spirito di fiducia per continuare ad investire e sostenere uno tra i principali settori dell’economia italiana”.

Giulia Capozzi

Più informazioni su