Seguici su

Cerca nel sito

“Palidoro, necessario realizzare un punto sanitario nell’asse nord”

Sbraccia: "Ho apprezzato l'interesse del Presidente del consiglio di approvare la riconversione dell'ex presidio medico così come era stato annunciato in campagna elettorale"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Nei giorni scorsi ho avuto un colloquio con il presidente del consiglio comunale di Fiumicino, Michela Califano, che ringrazio vivamente per la disponibilità. Si è parlato delle varie problematiche di Palidoro e in particolare della situazione dell’ex Presidio Medico. In quell’occasione ho chiesto un impegno dell’intero consiglio e la sottoscrizione di un ordine del giorno che impegni il sindaco di Fiumicino a mettere in campo tutte le iniziative possibili per la ristrutturazione dell’ex presidio medico di Palidoro e la sua riconversione in punto di primo soccorso, così come era stato annunciato in campagna elettorale”. Lo dichiara Paolo Sbraccia, presidente dell’associazione Il Piccolo Borgo di Palidoro.

“Ho apprezzato la promessa del presidente del consiglio di approvare questo documento entro maggio. Sono ormai anni che insieme a tanti amici e associazioni denunciamo lo stato di abbandono della struttura e la necessità di realizzare un punto sanitario nell’asse nord del Comune, considerato anche il boom demografico e l’obbligo di allineare i servizi allo sviluppo. Le varie raccolte firme hanno dimostrato che ormai non possiamo più tergiversare: bisogna inaugurare un punto di primo soccorso, un poliambulatorio attrezzato aperto dodici ore al giorno per tutta la settimana con dotazione tecnologica di base che possa essere di supporto a una zona grande quanto un medio Comune italiano. Serve un luogo per le visite specialistiche e per le urgenze”.

“Ringrazio quindi il presidente del consiglio e tutte le forze politiche che hanno finalmente preso atto del problema, con la speranza che l’approvazione dell’ordine del giorno sia solo un primo passo e non la conclusione di un percorso. L’impegno che verrà preso dal sindaco e dall’intera classe politica locale non deve rimanere su carta ma travalicare i confini comunali: arrivare fino a Regione e Governo per sbloccare una situazione ormai non più tollerabile”.

“Ringrazio tutte le associazioni che hanno combattuto in questi anni una battaglia comune per l’ex presidio medico di Palidoro: Rifiuti Zero, la Proloco di Passocuro, l’associazione Crescere Insieme, Passoscuro nel Web, Sangiovannella, il comitato cittadino di Granaretto, l’associazione Noi del Borgo di Palidoro, il comitato Cittadino Di Borgo San Martino”.

Più informazioni su