Seguici su

Cerca nel sito

Forza Italia punta su Andrea D’Angelo

“Tre movimenti al fianco di Forza Italia per strappare la città dalle mani dei poteri forti e riconsegnarla in quelle dei cittadini"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Tre movimenti al fianco di Forza Italia per strappare la città dalle mani dei poteri forti e riconsegnarla in quelle dei cittadini. Con la consegna delle liste abbiamo concluso un percorso di profondo rinnovamento del centro-destra cittadino, che rappresenta esso stesso una prima vittoria, davanti al coinvolgente entusiasmo della gente che ha accompagnato i primi passi della nuova classe dirigente che ci siamo scelti per rilanciare i nostri Ora scendiamo nel vivo della campagna elettorale. Un appuntamento fondamentale per continuare su questo percorso, a maggior ragione perché l’operazione rinnovamento ha già raggiunto un primo risultato: si è sgombrato il campo da ogni possibile equivoco. La gente può ora scegliere”. Lo afferma un comunicato di Forza Italia.

Che prosegue: “In campo c’è ancora Pietro Tidei, immagine e simbolo di un centrosinistra che ha troppo spesso amministrato questa città, portandola nell’abisso della crisi e del degrado e lasciando irrisolti gli storici problemi dell’occupazione e dei servizi e creandone altri. Un centrosinistra che non ha quindi saputo rinnovarsi in alcuna maniera e che anzi fa registrare 
un ulteriore ritorno al passato, mostrandosi completamente sordo alla lezione della caduta della 

Un ritorno al passato è anche la riedizione del progetto Larghe Intese, di moscheriniana memoria. 
Alla sua guida personaggi incuranti dell’ennesimo fallimento mostrato da quella classe dirigente, 
della pessima figura cui hanno costretto il territorio davanti al mondo con l’inqualificabile faccenda 
del preventivo per lo smantellamento della Costa Concordia. Un gruppo male assortito che va dalla sinistra dei Democratici per Grasso alla destra di Fratelli d’Italia, passando per il Nuovo Centro Destra. Se quest’ultima sigla, vista la posizione assunta a livello nazionale, non ci stupisce per la volontà di barcamenarsi in innaturali equilibri di potere, dovrà spiegarci qualcuno del partito della Meloni com’è possibile che chi si millanta portatore di valori di destra si ostini, a Civitavecchia, ad allearsi con gli spezzoni della sinistra più conservatrice. 

Per relegare al ruolo di opposizione queste due facce della stessa medaglia, che fanno ancora del 
potere l’unico collante, abbiamo individuato in un imprenditore giovane, volto nuovo della politica, 
manager con figli da crescere a Civitavecchia colui che dovrà finalmente costruire un futuro diverso 
per questa città: nonostante il grave ritardo nel presentarlo agli elettori cui manovre che puzzano di vecchio ci hanno costretti, Andrea D’Angelo conquista ogni giorno la fiducia delle persone che gli 
stringono la mano e che prendono conoscenza del progetto. Tra meno di un mese, la ventata di novità che porteremo dentro Palazzo del Pincio spazzerà via chi ha sempre oppresso la città. LiberiAmo Civitavecchia, con fiducia. Insieme”.

Più informazioni su