Seguici su

Cerca nel sito

“Trasporto pubblico urbano, speriamo bene”

Latini: "Una soluzione innovativa che ci permetterà finalmente di avere un unico servizio che collegherà i principali poli e servizi del nostro territorio"

Più informazioni su

Il Faro on line – “Ci auguriamo vivamente che le indiscrezioni arrivate dalla Regione Lazio non siano veritiere altrimenti dal primo giugno i cittadini, dopo il taglio della linea F che collegava il nostro territorio all’ospedale Bambino Gesù, vedranno anche un ridimensionato del trasporto pubblico urbano”. Questo il commento dell’assessore alla mobilità, Pierlucio Latini al temine dell’incontro che si è svolto presso l’assessorato regionale alla mobilità al quale ha preso parte anche l’assessore ai lavori pubblici del comune di Cerveteri, Andrea Mundula.

“L’incontro – ha proseguito Latini – era incentrato sulla nuova gara d’appalto per il trasporto pubblico locale che stiamo realizzando insieme al comune di Cerveteri. Una soluzione innovativa che ci permetterà finalmente di avere un unico servizio che collegherà i principali poli e servizi del nostro territorio, tra questi anche una linea diretta che unirà le stazioni di Ladispoli e Cerenova con la necropoli della Banditaccia. Questo progetto inoltre porterà anche innovazioni per quanto riguarda la biglietteria e la comunicazione dei servizi. Purtroppo alla fine della riunione ci è stato anticipato che lo stanziamento regionale per il trasporto pubblico locale per il 2014 potrebbe subire una riduzione del 30% in tutto il Lazio poiché lo Stato, in questo settore, ha tagliato oltre 400 milioni di euro alla Regione. Ci auguriamo che questo non accada e che lo Stato ritorni sui suoi passi perché non ci sarebbero solo disagi per gli utenti ma anche ricadute occupazionali. Alla luce dei fatti, quindi, dal primo giugno potremmo avere un ridimensionamento del servizio. Comunque siamo fiduciosi del fatto che la gara che stiamo portando avanti insieme a Cerveteri e che riguarderà il 2015, se avremo un ridimensionamento del finanziamento, ci possa far recuperare gran parte del taglio con una razionalizzazione del nuovo piano di rete. Tra i nostri obiettivi, infine, c’è l’inserimento anche della linea F”.

Più informazioni su