Seguici su

Cerca nel sito

Ospedale San Paolo e Croce Rossa, accordo siglato

Questa nuova attività punta sulla riqualificazione dell’aspetto umano e sociale di quel particolare momento di ‘degenza’

Più informazioni su

Il Faro on line – Avviata da oggi nel Pronto Soccorso dell’Ospedale San Paolo di Civitavecchia l’accordo quadro con la Croce Rossa Italiana annunciato nei mesi scorsi, e cosa non di poco conto, senza alcun onere per l’Azienda Sanitaria.

Il personale del Pronto Soccorso sarà coadiuvato da volontari della Croce Rossa Italiana, che sette giorni su sette, dalle 10 del mattino alle 22, opereranno con tre operatori: uno in Sala Triage, uno all’interno della Accettazione e uno di raccordo con i vari settori.

Ai volontari della C.R.I. sono affidati aspetti importantissimi del delicato rapporto paziente-struttura sanitaria – accompagnatori, che talvolta in passato hanno portato a momenti di frizione e di incomprensione. D’altro canto il personale sanitario medico e paramedico, in cronica carenza ed in più concentrato ad affrontare in continuazione emergenze sanitarie, spesso era portato a trascurare, pur senza volerlo, il bisogno di comunicazione e di reciproca informazione con accompagnatori , parenti e pazienti.

A ciò si sta appunto cercando di porre rimedio attraverso questa nuova iniziativa fortemente voluta dal Direttore Generale dott. Quintavalle, che ne aveva presentato i contorni operativi più di due mesi fa, e portata avanti con pazienza dal Direttore Sanitario aziendale dott. Sciannamea,

Questa nuova attività punta sulla riqualificazione dell’aspetto umano e sociale di quel particolare momento di ‘degenza’ rappresentato dall’ingresso in Pronto Soccorso, nel quale si disvela un mondo spesso sconosciuto e pieno di comprensibili incognite.

Le Infermiere Volontarie si occuperanno di selezionare pazienti secondo classi di urgenza/emergenza crescenti, in base alla gravità delle patologie e del loro quadro clinico altri volontari svolgeranno funzioni di accoglienza nella sala d’aspetto, curando in particolar modo l’efficace veicolazione di informazioni generali raccolte dal personale infermieristico, e comunque non di carattere medico, verso chi tali informazioni sta aspettando, e riportando inoltre all’interno i messaggi ricevuti dagli accompagnatori destinati ai pazienti. Ulteriori attenzioni saranno rivolte alla cura della persona, e nell’aiuto  e supporto nelle piccole attività durante la permanenza (assunzione di pasti, di farmaci, etc.)

La presentazione del nuovo servizio è avvenuta stamattina presso l’Ospedale S. Paolo, alla presenza del Direttore Generale della ASL RM F, del Direttore Sanitario Aziendale dott. Lauro Sciannamea, dell Direttore Sanitario dell’Ospedale S. Paolo dott. Antonio Carbone, del Direttore del Dipartimento di Emergenza ed accettazione dott. Marco Di Gennaro e dell Commissario del Comitato Locale C.R.I. di Civitavecchia, dott.ssa Maria Cristina Scocchia.

Dalla Direzione aziendale stata sottolineata l’importanza della collaborazione con la Croce Rossa Italiana, che sta portando un grosso contributo all’immagine dell’Ospedale , anche con altre iniziative in preparazione, ed è stato annunciato che terminata la sperimentazione in atto nell’Ospedale di Civitavecchia questa iniziativa verrà progressivamente estesa all’intero territorio .

Questo nuovo progetto sembra aver già trovato gradimento nell’utenza che stamattina si trovava in sala d’attesa,: alcuni utenti hanno infatti dichiarato di ritenerlo di grande utilità per le persone che si recano in Pronto Soccorso che in questo modo possono contare su operatori dedicati a supporto.

Più informazioni su