Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

#Ospedale, far mangiare con gusto il paziente oncologico

Consumare tutto il pasto aiuta a prevenire la malnutrizione, complicanza che colpisce il 70% dei pazienti oncologici.

#Ospedale, far mangiare con gusto il paziente oncologico

Il Faro on line – In sala da pranzo e in compagnia di altri malati o di familiari e amici il paziente mangia di più e aumenta di peso. E’ quanto emerge da uno studio condotto dagli infermieri di un reparto oncologico pubblicato su L’Infermiere online, rivista scientifica e di aggiornamento professionale della Federazione nazionale dei Collegi Ipasvi.

Per verificare l’efficacia di queste due semplici strategie, mangiare in sala da pranzo e in compagnia, i ricercatori, hanno suddiviso in due gruppi i pazienti oncologici ricoverati: uno che mangiava in sala da pranzo e in compagnia e uno con i pazienti che mangiavano da soli in stanza.

La quantità di cibo consumata è stata misurata con uno strumento che riproduce le immagini dei piatti, colmi, parzialmente colmi e vuoti e con l’osservazione diretta del paziente per circa 4 giorni. In tutto sono stati analizzati 522 pasti, il pasto più osservato è stato il pranzo.

Dall’analisi dei dati raccolti è risultato che i pazienti che avevano consumato i pasti in sala da pranzo e in compagnia di altre persone, a differenza di quelli che lo avevano fatto in stanza e da soli, avevano mangiato di più ed erano anche aumentati di peso.

Secondo gli esperti consumare i pasti in una sala da pranzo luminosa con un arredamento dai colori tenui, un televisore che rimane acceso, evoca l’ambiente domestico e aiuta a mangiare con gusto.
Inoltre, la presenza dei familiari, degli amici e altre persone fa si che il paziente rimanga seduto a tavola più a lungo e mangi di più.

Basta poco, quindi, per combattere la malnutrizione che porta a perdita di peso, diminuzione della tolleranza ai trattamenti terapeutici e a un peggioramento della qualità della vita.