Quantcast

Seguici su

Cerca nel sito

Europei Indoor Atletica Leggera, 26 azzurri in partenza. Andrew Howe torna in Nazionale

Filippo Randazzo al debutto azzurro, nel lungo. Tumi e Chesani protagonisti. Cairoli riporta l’Italia alle discipline multiple

Europei Indoor Atletica Leggera, 26 azzurri in partenza. Andrew Howe torna in Nazionale

Il Faro on line – E’ stato il salto in lungo, la specialità più in vista, agli scorsi Assoluti Indoor di atletica leggera, ad Ancona. Nella categoria maschile, tre atleti hanno dimostrato grandi qualità di lunghisti. Tra di essi, è tornato a saltare in pista, Andrew Howe, che si è classificato sul terzo gradino del podio. Una rinascita, per il vicecampione mondiale di Osaka, del Centro Sportivo Aeronautica Militare, che sarà protagonista ai prossimi Europei Indoor di Belgrado, insieme ad una nutrita delegazione di convocati.

Insieme ad Howe, che è arrivato sulla sabbia di Ancona, ad 8.01, prenderanno l’aereo per la Bulgaria, anche Marcel Jacobs, delle Fiamme Oro e Filippo Randazzo, delle Fiamme Gialle, al debutto in una competizione europea. Marcel si è laureato campione italiano, allungando su Andrew di 5 cm, con la misura importante di 8.06, mentre Filippo, ha messo al collo l’argento tricolore, registrandosi sugli 8.05. In tre, in una manciata di sabbia di soli 6 cm. Tutti lì, i sogni del salto in lungo azzurro, agli Europei, che si svolgeranno dal 3 al 5 marzo. Si aprono degli scenari significativi, allora, per i lunghisti convocati dal Direttore Tecnico della Nazionale dell’Alto Livello, Elio Locatelli. Con loro e con tante competizioni sulle gambe ed il desiderio di costruire ancora qualcosa di prezioso, dopo il bronzo alle Olimpiadi di Londra nel salto triplo ed il titolo vicecampione europeo indoor, conquistato a Parigi, nel 2011, il capitano della Nazionale, Fabrizio Donato. Sostituito come prima guida azzurra, Nicola Vizzoni, della stessa sua squadra sociale di appartenenza delle Fiamme Gialle, Fabrizio affronterà l’Euroindoor di Belgrado, con tanta voglia di saltare, un pezzetto più in là, per sfiorare la storia.

Tra i 26 convocati in totale, con 15 uomini ed 11 donne, in partenza per la Bulgaria, figurano anche Silvano Chesani, vicecampione europeo 2015, del salto in alto e la conferma continua del mezzofondo tricolore, con tanti successi europei sulle spalle, nel cross continentale, Yeman Crippa. Il ventenne delle Fiamme Oro, primatista italiano nei 5000 metri, scenderà in pista per i 3000. L’Italia sarà protagonista anche nelle prove multiple, dell’eptathlon. Grazie a Simone Cairoli, che ai campionati francesi di Bordeaux ha messo in tasca, ben 5824 punti, con primato personale. Nei 60 metri, tornerà a sfidare i 7 secondi, in sala, Michael Tumi. Nel 2013, il velocista delle Fiamme Oro vinse il bronzo a Goteborg correndo in 6’’52. Il suo personale, in campo italiano, è di un secondo in meno e a Belgrado, non si lascerà sfuggire l’occasione di prendersi il podio, ancora una volta. In campo femminile, tra le atlete convocate, spiccano i nomi di Gloria Hooper, Maria Enrica Spacca, Maria Benedicta Chigbolu, Lucia Pasquale e Ayomide Folorunso, che in staffetta nella 4×400, cercheranno di non smentire le recenti conquiste italiane, in staffetta. Tuttavia, la Hooper insieme da Anna Bongiorni, gareggerà anche sui 60 metri.

Di seguito, la delegazione italiana, in partenza per gli Europei di Belgrado:

UOMINI
60m: Michael Tumi (Fiamme Oro Padova)
400m: Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946)
400m: Marco Lorenzi (Fiamme Gialle)
1500m: Yassin Bouih (Fiamme Gialle/Atl. Reggio)
3000m: Yeman Crippa (Fiamme Oro Padova)
3000m: Marouan Razine (Esercito)
60hs: Hassane Fofana (Fiamme Oro Padova)
alto: Silvano Chesani (Fiamme Oro Padova)
alto: Christian Falocchi (Brixia Atletica 2014)
Lungo: Marcell Jacobs (Fiamme Oro Padova)
Lungo: Andrew Howe (Aeronautica)
Lungo: Filippo Randazzo (Fiamme Gialle/Pro Sport 85 Valguarnera)
Triplo: Daniele Cavazzani (Studentesca Rieti Andrea Milardi)
Triplo: Fabrizio Donato (Fiamme Gialle)
Eptathlon: Simone Cairoli (Lecco-Colombo Costruzioni)

DONNE
60m: Anna Bongiorni (Carabinieri)
60m/4×400: Gloria Hooper (Carabinieri)
3000m: Giulia Alessandra Viola (Fiamme Gialle)
alto: Serena Capponcelli
alto: Erika Furlani (Fiamme Oro Padova)
Lungo: Laura Strati (Atl. Vicentina)
Triplo: Dariya Derkach (Aeronautica)
4×400: Maria Benedicta Chigbolu (Esercito)
Ayomide Folorunso (Fiamme Oro Padova)
Lucia Pasquale (Brixia Atletica 2014)
Maria Enrica Spacca (Carabinieri)