Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, Gil riorganizza le forze e pensa al futuro

Russo D'Auria: "Il nostro stare in mezzo alla gente, essere un punto di riferimento, ascoltare prima ancora che parlare, è sempre rimasto attivo"

#Fiumicino, Gil riorganizza le forze e pensa al futuro

Il Faro on line – In questi giorni il Gruppo indipendente libero per Fiumicino ha avuto una serie di incontri tra i rappresentanti del nucleo fondamentale del progetto politico, che riparte con nuovo slancio.
“In realtà – spiega Mario Russo D’Auria, leader di Gil – non ci siamo mai fermati. Il nostro stare in mezzo alla gente, essere un punto di riferimento, ascoltare prima ancora che parlare, è sempre rimasto attivo. Spesso abbiamo fatto segnalazioni tramite stampa, qualche volta direttamente alle autorità comunali. Oggi però torniamo a muoverci non solo come gruppo ma come forza aggregatrice, riannodando quel filo che passa per la presenza in ogni parte del nostro territorio”.

L’obiettivo è quello di ricreare la rete di consensi che ha già visto il movimento protagonista in elezioni passate. “Ma attenzione – prosegue Russo D’Auria – Come abbiamo già avuto modo di dimostrare noi non siamo appartenenti a nessun partito. In questo periodo stiamo collaborando con l’Amministrazione Montino e, devo dire, – prosegue Russo D’Auria – devo dare atto al sindaco di aver intrapreso per tempo la strada del dialogo e dell’ascolto, che poi è la cifra fondamentale del nostro agire in politica. Dunque non c’è motivo di pensare a collocazioni diverse, ma sempre restando Gil, e comunque sempre restando indipendenti. Questa nostra indipendenza l’abbiamo anche pagata cara, in passato, ma non possiamo farne a meno. Anche perché il nostro scopo è quello di dare voce ai cittadini, e il nostro impegno ha un senso solo se si concretizza in questo”

“A tale proposito – afferma ancora Russo D’Auria – non possiamo non sottolineare come la questione dei rifiuti sia uno dei tasti più dolenti sul territorio. Non sto parlando dei risultati di ottimizzazione che si vedono dal Palazzo, ma delle lamentele di chi sta sulla strada. Il sindaco farebbe bene a tenerne conto, prendendo di petto la situazione, prima che un’operazione nata come positiva gli torni indietro come un boomerang.
Ma questo, come tutto ciò che da sempre facciamo, è un suggerimento, non una critica. Con buona pace – conclude – di chi si infastidisce. Noi siamo e resteremo al fianco dei cittadini, per davvero”.