Seguici su

Cerca nel sito

#Fiumicino, via del Faro torna una discarica, un’infinita sequenza di rifiuti di ogni tipo

Inutile la bonifica effettuata tempo fa con l’impiego dei richiedenti asilo politico. La sollecitazione di Russo D’Auria (Gil): "Mettiamoci a pattugliare i volontari"

#Fiumicino, via del Faro torna una discarica, un’infinita sequenza di rifiuti di ogni tipo

Caravaggio, genio d'europa

Il Faro on line – Appena poche settimane fa, in occasione della visita del Prefetto di Roma relativa all’impiego di richiedenti asilo politico in lavori socialmente utili, via del Faro fu totalmente ripulita dalle discariche abusive che la caratterizzavano ormai da anni. Oggi siamo tornati allo schifo di prima, se possibile anche peggio.

“E’ una cosa che fa male – dice Mario Russo D’Auria, leader di Gil (Gruppo indipendente libero per Fiumicino) – vedere quanta ignoranza, incuria, maleducazione ci sia in questa nostra società. La gente se ne frega, e questo è inaccettabile. Come lo è il mancato controllo del Comune, che sapendo bene quale fossero le criticità sul territorio avrebbe dovuto pensare per tempo ad evitare questo sconcio; il fatto che si sia partiti senza aver previsto ciò che sarebbe accaduto è un atteggiamento irresponsabile tanto quanto quello di chi abbandona i rifiuti”.

Dopo le critiche, però, arrivano la proposta: “Visto che esistono ormai tante associazioni di volontariato sul territorio, che si propongono per il controllo e la sicurezza, perché non affidare a una di queste lo specifico compito di pattugliare un’area per mesi, così da scoraggiare chi sporca?
Pensiamo a quanto potrebbe essere utile un controllo quotidiano di via del Faro, muniti di macchina fotografica, in modo da segnalare al Comando dei vigili urbani chi infrange la legge. C’è da credere che partiti i primi verbali, questo malcostume finirebbe. Certo – conclude Russo D’Auria – dovrebbe essere un’azione che va avanti per mesi, non basta una settimana. Ma sarebbe finalmente un modo concreto di utilizzare forze che comunque si muovono sul territorio. Io come è noto non sono favorevole all’impiego di volontari, ma dato che esistono almeno diamogli un senso…”