Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare, Colantoni, Calveri e Attili raccontano il momento da record dei biancoviola

Quei meno tre punti dalla vetta emozionano, ma l’importante è continuare a lavorare, credendo nella forza del gruppo

Ostiamare, Colantoni, Calveri e Attili raccontano il momento da record dei biancoviola

Il Faro on line – Tutti al campo, per una nuova settimana di allenamenti. Dopo la vittoriosa trasferta a Sansepolcro, i giocatori dell’Ostiamare sono tornati all’Anco Marzio, per costruire schemi e tattica in vista, della partita di domenica. Ci sarà l’Albalonga da affrontare, di fronte al pubblico di casa e quei 58 punti da record, conquistati, fanno grande morale. Già questo, è un primato da vantare in questo campionato di alto livello.

I gabbiani stanno lì, a meno tre punti dalla vetta. Si vede la cima, dalla terza posizione ed il desiderio di scalare l’Olimpo stuzzica, pallone e scarpini. Ma l’importante è restare con i piedi per terra e godersi il momento. Come indica, l’assistman dei biancoviola, Francesco Colantoni. Insieme al giovane talento, classe ’98, Jacopo Calveri e Vittorio Attili, rientrato titolare domenica, l’autore del primo gol su punizione descrive le sensazioni di questo momento, di campionato.

Non solo Colantoni ha trovato gloria a Sansepolcro, siglando la sua rete personale, dritta di sinistro, verso la porta, ma anche Calveri e Attili, lo hanno fatto. Jacopo ha segnato il suo primo gol in serie D e Vittorio ha firmato il terzo gol, quello definitivo della vittoria, dopo un periodo di scelte diverse, fatte dal mister. Non importa per lui. La cosa che conta è starci, quando si viene chiamati in causa.

Lui lo ha fatto, sotto al cielo toscano ed insieme ai suoi compagni, ha raggiunto i punti del record, nel campionato di serie D, nella storia dell’Ostiamare. E quando tutti insieme, si scende in campo, umili, compatti ed uniti, sono proprio i risultati più strabilianti ad arrivare, su un campo verde.

Le interviste, a cura di Riccardo Troiani, dell’Ufficio Stampa dell’Ostiamare, sono state realizzate alla vigilia dell’allenamento del martedì pomeriggio. Ed il sole del calcio splende alto, ad Ostia, intanto. I gabbiani, con questo cielo, riescono a volare meglio, alti e fieri. E con meno tre punti, da Arzachena e Rieti, la fortissima coppia di testa, del girone G, l’Ostiamare non molla, credendo nel gruppo sacro di uno spogliatoio stretto tutto intorno, agli stessi valori.

Sta lì il segreto della forza, di questa squadra? Probabilmente si. Tuttavia, il talento e la determinazione dimostrate in campo, fanno la differenza, se un pallone tra i piedi riesce ad esprimere la voglia di gonfiare la rete avversaria, ogni volta.

Queste, sono state le loro parole, espresse nel video inserito, nella pagina ufficiale di Fb, della società biancoviola.

Francesco Colantoni:
“E’ stata una vittoria importantissima, contro una squadra forte. E’ stata una partita difficile, con il Sansepolcro. Abbiamo tirato fuori, quelle che sono da sempre, le nostre caratteristiche. Abbiamo saputo soffrire, nel primo tempo, contro una formazione di spessore. Nel secondo tempo, sia a livello fisico, che tecnico, siamo usciti fuori. Abbiamo ottenuto una vittoria, credo, strameritata. La posizione del gol su punizione non è la mia specialità. Era quella per un destro. E’ stato quello, il loro problema. La barriera era stata messa soprattutto per coprire un tiro probabilmente, di Piroli. Abbiamo notato questa cosa. Ho provato a calciare, trovando lo spazio. Sono stato anche fortunato ed è andata bene”.

Commentando la posizione in classifica, insieme ai meno tre punti dalla vetta, continua: “Chi l’avrebbe mai detto ? Quando sono arrivato all’Ostiamare, mancava pochissimo all’inizio del campionato. I nostri obiettivi erano ben diversi. Da quello che si diceva, eravamo una squadra che avrebbe fatto fatica a salvarsi. Abbiamo ora 58 punti, a 5 giornate dalla fine e siamo a meno tre, dalle prime della classe. Ci godiamo questo momento e cerchiamo di fare il massimo, da qui, fino alla fine, come abbiamo fatto sino ad oggi”.

Ha segnato il suo secondo gol in stagione Francesco e a Sansepolcro, per lui, gli assist per i compagni, sono stati ben 10, come Troiani sottolinea. Lui lo commenta in questo modo: “I numeri fanno sempre piacere, a livello personale. Tuttavia, credo che contino relativamente rispetto al lavoro che la squadra svolge quotidianamente”. Presentando, la partita del 9 aprile, contro l’Albalonga dell’ex Chiappara, prosegue: “Giocheremo contro una squadra, che all’inizio del campionato, era considerata come una delle grandi favorite. Lo dimostrano i suoi giocatori. Sarà una partita difficilissima, come quelle affrontate sino ad ora. Ci faremo trovare pronti e lavoreremo al massimo, in questa settimana. Vediamo come andrà”.

Jacopo Calveri :
Il mio primo gol in serie D è stata una forte emozione. Soprattutto, perché siamo riusciti con esso, ad andare in vantaggio, a 5 minuti dalla fine e a trovare i tre punti, insieme a quello di Vittorio. C’è stata una grande felicità, all’interno dello spogliatoio. Ci troviamo a tre punti dalla vetta e siamo molto contenti per questi obiettivi raggiunti”. Ha passato un periodo difficile, Jacopo, come sottolinea Troiani, nell’intervista. Il suo infortunio è stato complicato da affrontare. Allora, ecco quel gol di domenica. A chi la dedica ? Lui dichiara: “Lo dedico ai miei fratelli. Andrea ed Ilaria. E’ stato sicuramente un momento difficile per me, tuttavia adesso, si sta risolvendo nel migliore dei modi”.

Vittorio Attili :
Siamo molto contenti di questa vittoria con Sansepolcro. Sofferta, ma meritata, come ha detto anche Francesco. Siamo lì. Mancano 5 giornate dalla fine. Diamo il massimo come sempre, come stiamo facendo dal 25 luglio. Quello che verrà fuori, sarà soltanto il meglio. Sono contento per il mio sesto gol stagionale. Il mister in questo periodo sta facendo delle scelte. Le accetto, volentieri. Quando vengo chiamato in causa, cerco di dare sempre il massimo e così è stato, domenica”.

 

Foto : Ostiamare Lido Calcio Srl