Seguici su

Cerca nel sito

Comitato Esecutivo Uefa, Michele Uva eletto nuovo membro: “Suggello di un percorso di grande responsabilità”

Conquistati 46 punti su 55. I complimenti di Tavecchio e Lotti. Gli azzurri scalano intanto tre posizione nel ranking Fifa

Comitato Esecutivo Uefa, Michele Uva eletto nuovo membro: “Suggello di un percorso di grande responsabilità”

Il Faro on line – Dopo l’elezione di Gianni Infantino, a Presidente della Fifa, dello scorso anno, un altro dirigente italiano sale ai vertici del calcio. Cresce l’Italia nel movimento del pallone internazionale e lo fa grazie a Michele Uva. Il Direttore Generale della Federazione Italiana Giuoco Calcio è stato eletto come membro del Comitato Esecutivo dell’Uefa.

Uva, terzo eletto tra otto nuovi membri esecutivi

Durante il 41esimo Congresso Ordinario della confederazione continentale, che si è svolto ad Helsinki, il 5 aprile scorso, Uva ha ricevuto 46 voti su 55 disponibili. E’ stato il terzo eletto tra tutti i candidati presentati. Si inserisce allora, il dirigente italiano, all’interno degli otto nuovi manager che lavoreranno per lo sviluppo del calcio, in Europa.

Una lunga e prestigiosa carriera da manager, nazionale ed internazionale

Da molti anni, Michele Uva è uno dei dirigenti italiani più importanti, che nel tempo ha maturato esperienza in quasi tutte le discipline sportive ed in varie iniziative, di calibro internazionale, che hanno portato lo sport italiano ad essere presente, nel mondo. E’ stato suo il progetto della candidatura italiana per gli Europei di Calcio del 2016, poi ottenuta dalla Francia. Tuttavia, l’Italia era arrivata a giocarsela, con i transalpini, di fronte a Michel Platini. Nel 2013, Uva è stato nominato Direttore Generale della Coni Servizi e l’anno successivo è entrato in Figc, proprio per ricoprire il suo ruolo attuale. Oltre tutto, il suo lavoro da manager si è reso utile, anche alla Fifa ed ancora all’Uefa, prima della nomina odierna.

La sua attività nel management della Fifa e già all’Uefa

Alla Fifa, ha ricoperto il ruolo di Istructor e Match Officer e presso la Federazione Europea del Calcio, è diventato membro della National Commission Team Competition and Uefa Delegate. Quindi, la sua opera all’Uefa era già conosciuta. Anche in questo campo: “E’ il suggello di un percorso di grande responsabilità ed un punto di inizio avvincente”. Ha dichiarato Uva, come indicato dal comunicato diffuso dalla Figc, facendo riferimento alla sua elezione. Ringraziando il Presidente della Figc, Carlo Tavecchio, ha aggiunto: “Ha avuto la lungimiranza e l’intuizione di tracciare la nuova linea di indirizzo, nella politica della Uefa e della Fifa”. Estende i suoi ringraziamenti, anche al Consiglio Federale che ha sostenuto la sua candidatura. La sua elezione a membro dell’Esecutivo Uefa dimostra che questa organizzazione ha piena fiducia nel calcio italiano: “Crede nell’Italia, come paese calcistico. Driver nello sviluppo di questo sport”. Ha concluso, Michele Uva.

Bravura e competenza, sono le attitudini sottolineate da chi, per primo, ha fatto i complimenti a Uva. Sono stati, il Presidente Carlo Tavecchio ed il Ministro dello Sport, Luca Lotti. Entrambi hanno marcato il fatto, che la sua presenza al Comitato Esecutivo è un grande risultato per l’Italia e che il calcio italiano si trovi al centro delle organizzazioni calcistiche internazionali.

Di seguito, i nomi degli altri eletti del Comitato Esecutivo Uefa: Karl-Erik Nilsson (Svezia – 50 voti), John Delaney (Irlanda – 48 voti), Zbigniew Boniek (Polonia – 45 voti), Reinhard Grindel (Germania – 44 voti), David Gill (Inghilterra – 40 voti), Michael van Praag (Olanda – 36 voti) e Servet Yardimci (Turchia – 34 voti).

Gli azzurri guadagnano tre posizioni nella classifica generale della Fifa

Intanto, il 6 aprile, è arrivata un’altra buona notizia per il calcio italiano. La Nazionale di calcio ha scalato tre posizioni nel ranking della Fifa. E’ terza adesso e si porta al 12esimo posto, grazie agli ultimi successi in campo, destinazione Mondiali 2018. Insieme alla vittoriosa amichevole, giocata con l’Olanda, all’Amsterdam Arena, dove gli azzurri hanno vinto per 2 a 1.