Seguici su

Cerca nel sito

Assoluti Italiani di kumite, fine settimana di spettacolo al Pala Pellicone, targato Tokyo 2020

Oltre 400, i karateka provenienti da tutta Italia. Sui tappeti della Fijlkam, anche Stefano Maniscalco e Sara Cardin

Assoluti Italiani di kumite, fine settimana di spettacolo al Pala Pellicone, targato Tokyo 2020

Il Faro on line – Arrivano gli dei del karate mondiale, questo fine settimana al Pala Pellicone, di Ostia Lido. Nella categoria maschile ed in quella femminile, gli atleti provenienti da tutta Italia, insieme ai gioielli della Nazionale Italiana, daranno spettacolo sui tatami lidensi, in occasione dei Campionati Italiani.

Il karate olimpico, insieme ai grandi nomi. Verso Tokyo 2020

Dopo l’entrata del karate, all’interno delle discipline olimpiche, la manifestazione di Ostia sarà di particolare interesse ed emozione, in calendario, nei primi mesi del 2017, primo anno a Cinque Cerchi, sulla strada verso Tokyo 2020. Ci saranno molti karateka, giovani e pieni di talento, che potranno scrivere il loro nome, in Giappone, tra 4 anni. Allo stesso modo, i grandi nomi del karate italiano ed internazionale, conserveranno nel cuore, il sogno di partecipare anch’essi ai Giochi, iniziando il loro cammino, dagli Assoluti del Pala Pellicone.

Stile, forza ed armonia nei movimenti. Oltre 400, i guerrieri sul tatami

Sono 445, in totale, i karateka iscritti e nella due giorni in programma, dell’8 e del 9 aprile. Per la classe maschile, sono 304, i ragazzi iscritti, mentre per quella femminile, le donne sono ben 141. Il kumite mostrerà stile, forza ed armonia, di tecniche e movimenti. I primi ad affrontarsi sui tappeti della Fijlkam, saranno gli uomini. Nella giornata di sabato, tutte le categorie di peso consuete, vestiranno corpi e karategi, per dare il meglio di sé.

Stefano Maniscalco, Luigi Busà e Nello Maestri, sui tatami lidensi

Sono i nomi protagonisti, a far alzare emozione e voce. La competizione maschile vedrà scendere in battaglia, il pluricampione mondiale ed europeo, Stefano Maniscalco, detentore in carica, della medaglia d’argento continentale, dello scorso anno a Montpellier. Nel peso massimo, dei +94 kg, Maniscalco sfiderà gli atleti della sua categoria. Lo farà dopo aver vinto, nell’edizione 2016, il suo 15esimo titolo italiano. Lo scopo di Stefano sarà quello di arrivare ancora una volta, sul primo gradino del podio, per sottolineare la sua supremazia. Insieme al karateka delle Fiamme Gialle e della Nazionale, ci sarà un altro pluricampione mondiale. Luigi Busà, del Centro Sportivo Carabinieri, combatterà, nel peso dei 75 kg. Insieme a lui, Nello Maestri, campione europeo nel 2015 ed atleta del Centro Sportivo Olimpico Esercito, sfiderà gli altri atleti, per gli 84 kg e Gianluca De Vivo, dello Shirai Club San Valentino, invece, lo farà, per la categoria dei 67.

Sara Cardin, Laura Pasqua e Clio Ferracuti, per le gare di domenica

Stessa risonanza e stesso clamore, di campioni e medaglie, faranno eco, anche nella giornata di domenica 9. Nell’ultima data in programma, per gli Assoluti di kumite, le ragazze lotteranno per il loro titolo, sul podio. Ben 141, parteciperanno ai Campionati Italiani, nel combattimento femminile. Tra di esse, saranno protagoniste, la campionessa europea Sara Cardin, karateka dell’Esercito, per i 55 kg, che difenderà il tricolore sul petto, conquistato lo scorso anno. Nel peso dei 50 kg, scenderà sul tatami, Giorgia Gargano, del Team Karate Ladispoli e nella categoria dei 61, lo farà Laura Pasqua, con la divisa dei Carabinieri. Lorena Busà, con gli stessi colori sociali di Laura, combatterà nei 68 kg, mentre Clio Ferracuti, delle Fiamme Oro, lo farà nei +68. In questa categoria, combatterà anche il capitano della Nazionale, Greta Vitelli, fiore e forza del karate dei Carabinieri.

 

Foto: Fijlkam