Seguici su

Cerca nel sito

Ostiamare, Alessio Quattrotto presenta la sfida con l’Albalonga

Torna all’Anco Marzio, la squadra di mister Greco per cogliere in casa, la vittoria numero 11. Il portiere dei lidensi descrive le sue sensazioni, pre – partita ..

Ostiamare, Alessio Quattrotto presenta la sfida con l’Albalonga: “Verrà ad Ostia per vincere. Noi continuiamo la nostra corsa, con il fuoco negli occhi ..”

Il Faro on line – E’ una delle vigilie, più sentite. Dopo la fila di sei partite consecutive, in cui l’Ostiamare ha messo a segno, vittorie, gol e punti utili in classifica, la squadra di mister Alfonso Greco è una delle realtà più forti in campo, del girone G. Sono 58, i punti segnati in graduatoria, quelli del record storico della società in serie D. Un primo frutto è nato, da questa splendida stagione biancoviola. Adesso, c’è da rosicchiare dei punti in più, per guardare tutti dall’alto verso il basso.

La sfida dei ricordi. Chiappara in panchina e Martinelli premiato, prima della partita

Sarà il campo a parlare. Come accade sempre, nel calcio. Ed i gabbiani volano e vogliono continuare a farlo, alti e fieri. Dopo una settimana impegnativa di allenamenti e rabbia agonistica dimostrata, con fratini addosso e boccette d’acqua a bordo campo, i ragazzi di Ostia scenderanno sul rettangolo di gioco, domenica 9 aprile, con l’Albalonga. Sarà la sfida dei ricordi, contro l’ex Roberto Chiappara, in panchina a guidare i castellani. E ci sarà anche Emanuele Martinelli, che non giocherà per squalifica, ma che sarà premiato prima della gara, per le sue tre stagioni trascorse, in biancoviola.

A meno tre, dal trio di testa. Alla fine, chi la spunterà? L’Ostiamare sta a ridosso della cima

l’Ostiamare non mollerà nulla. Come da slogan, i giocatori biancoviola amano gridare al mondo del calcio dilettantistico, in questi giorni di determinazione e tenacia. Stanno a meno tre, dal trio di testa. Rieti, Arzachena e Monterosi (che ha guadagnato già, tre punti a tavolino, con il Foligno che non gioca, per squalifica) si trovano appaiate in cima a 61 punti, a sgomitare per il titolo, probabilmente, senza entrare nei play off. Non si sa, chi delle tre avrà la meglio. Forse, nella lotta tra di esse, la quarta godrà. La speranza dei tifosi lidensi è questa. L’Ostiamare in virtù di forma atletica e di vittorie che stanno maturando, di partita in partita, potrebbe scalzare tutti gli avversari e buttarli giù, dalla torre più alta. Ma questo dipende, da come loro stesse affronteranno le rispettive partite. Tuttavia, la posizione guadagnata dai lidensi, in classifica, è già virtualmente un’anticamera dei play off, tanto sudati. A 5 giornate, dalla fine, è questa la situazione dei lidensi in graduatoria. Sarà un’ennesima gara a dare responsi. Quella di domenica, all’Anco Marzio.

Una squadra giovane, guidata in campo, dai giocatori più esperti, di cui Alessio Quattrotto è la garanzia tra i pali. Il portiere dei gabbiani presenta la sfida con l’Albalonga

Senza grandi proclami e con pacata serenità, la squadra biancoviola si accinge a scendere di fronte, al pubblico di casa, per prendersi un’altra vittoria, svolgendo con tranquillità, il suo campionato, già da record. Ne parla, il portiere dei lidensi, Alessio Quattrotto. A cura di Riccardo Troiani, dell’Ufficio Stampa dell’Ostiamare, mediante l’organo di informazione biancoviola, Il Foglio, il giovane estremo difensore lidense, classe ’97 e titolare inamovibile, in questa Ostiamare, che somiglia tanto, secondo gli addetti ai lavori, all’Atalanta di Domenico Morfeo e Tomas Locatelli, descrive le sue sensazioni, a due giorni, dal derby laziale: “Sono felice della grande stagione che stiamo vivendo. Con questi risultati incredibili, e a livello personale, sicuramente è la più bella annata”. Commentando, la posizione conquistata in classifica, continua: “Abbiamo lavorato alla grande, smentendo quelli che dicevano, che ci saremmo salvati a fatica. Siamo in piena zona play off e a ridosso delle prime”.

La sua parata, decisiva all’andata, ha aperto la strada verso i tre punti, per l’Ostiamare, al Pio XII

All’andata, l’Ostiamare in trasferta, vinse per 3 a 1, grazie anche alla doppietta di Vittorio Attili. Alessio la ricorda con particolare emozione, anche perché da parte sua, ci fu una delle più belle parate, dell’anno in corso: “Quella su Pintori. Sul suo calcio piazzato. Per loro, era l’occasione di riaprire la partita, ma noi l’abbiamo respinta e tutti insieme abbiamo ottenuto una grande vittoria finale”. E cosa accadrà, domenica all’Anco Marzio? Questo, è il suo pensiero : “Sarà tutta un’altra sfida, una battaglia. L’Albalonga verrà ad Ostia per vincere, ma noi stiamo lavorando, come sempre al meglio. Siamo pronti a continuare la nostra corsa”.

Quella voglia di vincere dei compagni, negli occhi ..

Sono tanti i momenti emozionanti, che Quattrotto sta vivendo con la squadra. Sono numerose, le sue parate là dietro. Una garanzia per la porta biancoviola, per un giovane portiere, di soli 19 anni, che sta facendo parlare di sé e con parole di elogio. Anche per la partita di Sansepolcro, è stato così. E le immagini della gara di Arezzo sono rimaste nella mente di Alessio. A Riccardo Troiani, l’estremo difensore dei gabbiani risponde, in questo modo: “A fine partita, ho visto negli occhi dei compagni, una cattiveria agonistica e una voglia di portare il risultato a casa, mai viste prima. C’era il fuoco nello sguardo. Con questo ardore, possiamo continuare a far bene, facendo più punti possibili. Quello che verrà, lo accetteremo con felicità e serenità”.

 

Foto : Ostiamare Lido Calcio Srl