Seguici su

Cerca nel sito

Il presidente dell’Authority: “Il Porto Canale di #Fiumicino sarà dragato”

Di Majo: "E’ un’esigenza che è arrivata in maniera forte dal territorio e che conoscevamo bene"

Il presidente dell’Authority: “Il Porto Canale di #Fiumicino sarà dragato”

Il Faro on line – La questione del fondale del Porto Canale è atavica e preoccupante. Atavica perché da anni si sussegono le rischieste di dragaggio mai effettuate con continuità, preoccupante perché la mancata manutenzione del canale provoca un doppio pericolo, il rischio di incagliarsi o di vedere le imbarcazioni sbattute come fuscelli in caso di mareggiata, e il danno economico derivante dall’impossibilità per le grandi imbarcazioni di approdare.

Il che significa cantieri che devono fare i salti mortali per varare ciò che costruiscono, impossibilità di far arrivare navi di richiamo turistico in darsena. A tutto questo l’attuale presidente dell’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centro Settentrionale, avv. Francesco Maria di Majo. (nominato dal Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti con decreto ministeriale n. 392 del 24 Novembre 2016) vuole mettere fine e, in occasione del 25ennale dell’indipendenza del Comune di Fiumicino da Roma, ha annunciato il prossimo dragagggio del Porto Canale.

“Abbiamo già avviato le procedure – ha spiegato l’avv. Di Majo – e a breve partiranno i lavori. E’ un’esigenza che è arrivata in maniera forte dal territorio e che conoscevamo bene: ci siamo attivati”. Ma Fiumicino non è solo il Porto Canale, è anche il possibile Porto Commerciale… “Anche quel progetto è in itinere – ha spiegato – e spero di realizzarlo durante il mio mandato”. Un progetto scritto nel libro dei sogni? “No – replica – un progetto scritto ndel Piano regolatore portuale e dunque molto concreto. Ripeto, ci stiamo lavorando”.